Aggiornato alle: 13:57

Notre Dame devastata dalle fiamme ma il tesoro è salvo

di Redazione

» Cronaca » Notre Dame devastata dalle fiamme ma il tesoro è salvo

Notre Dame devastata dalle fiamme ma il tesoro è salvo

| martedì 16 Aprile 2019 - 09:49
Notre Dame devastata dalle fiamme ma il tesoro è salvo

La cattedrale di Notre Dame di Parigi è stata devastata dalle fiamme ma il tesoro custodito all’interno è salvo. L’incendio non ha intaccato le opere d’arte che si trovavano nel monumento, compresi la corona di spine di Gesù e i santi sacramenti. Lo ha riferito stamattina il tenente colonnello Gabriel Plus, portavoce dei vigili del fuoco di Parigi.

Notre Dame devastata dalle fiamme ma il tesoro è salvo

La parte superiore di Notre Dame è ormai cenere. Sono crollati il tetto e la guglia di 45 metri ma la struttura principale è salva. Come spiegato dall’Agi, anche il rosone Nord sembra aver tenuto. Prima il fumo, poi le fiamme dalle 18:30 di lunedì mentre si stava celebrando la messa in uno dei luoghi simbolo della cristianità e monumento gotico patrimonio dell’Unesco.

BUFALE A NOTRE DAME: LE FAKE NEWS DAL WEB

I pompieri hanno domato l’incendio nella notte. Adesso si stanno concentrando sul monitoraggio del sito, per verificare che non vi siano focolai residui e che “la struttura sia stabile”. Lo ha riferito ancora una volta Plus, citato dai media francesi.

Nella cattedrale, costruita 850 anni fa, si tutte le reliquie della passione di Gesù Cristo acquisite dalla monarchia francese nel Medioevo. Tra le reliquie più importanti custodite dall’Arcidiocesi di Parigi, la Corona di spine di Gesù e un pezzo della Vera Croce su cui Gesù fu crocifisso. Il cerchio intrecciato tenuto assieme da un filo d’oro con 70 spine attaccate e il tassello della croce sono alcuni degli oggetti più venerati dai fedeli.

Cosa ne sarà del tesoro

Le opere d’arte fortunatamente sfuggite alle fiamme, sono state messe al sicuro nella sede dell’Hotel de Ville di Parigi. Entro domani il trasferimento al Louvre. Lo rende noto Bfmtv, precisando che i cimeli estratti dall’edificio in fiamme sono recensiti nel “piano di salvaguardia” della cattedrale, procedura messa in atto in caso di emergenze.

Ore di panico quelle vissute ieri, mentre gli occhi di tutto il mondo erano puntati su Notre Dame. “Bisognava tirarli fuori, in mezzo al fumo, tra pezzi di materiale incandescente che cadevano e proteggerli da tutto questo”. Sono le parole del generale Jean-Claude Gallet, comandante di brigata dei vigili del fuoco. Il generale ha spiegato anche le difficoltà aggiuntive che i pompieri si sono trovati ad affrontare. Le opere che non si è riusciti a portare fuori sono state messe al riparo dall’acqua che scendeva dall’alto.

L’INCENDIO DI NOTRE DAME NELLA COPERTINA DI CHARLIE HEBDO

Il ministro della Cultura, Franck Riester, ha spiegato che “le due torri e le opere sono state messe al sicuro, in particolare il tesoro, grazie al coraggio dei vigili del fuoco di Parigi. La Corona di Spine, la tunica di San Luigi sono ora custoditi nel municipio della capitale. L’organo è stato chiaramente leso, i grandi dipinti teoricamente hanno subito danni a causa dell’acqua. Bisognerà restaurarli”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it