Aggiornato alle: 07:23

Helg, Gesap e Confcommercio revocano l’incarico e si costituiranno parte civile /VIDEO

di Redazione

» Cronaca » Helg, Gesap e Confcommercio revocano l’incarico e si costituiranno parte civile /VIDEO

Helg, Gesap e Confcommercio revocano l’incarico e si costituiranno parte civile /VIDEO

| martedì 03 Marzo 2015 - 17:28

“Un fatto gravissimo”. Il presidente della Gesap Fabio Giambrone è in seria difficoltà nel descrivere l’imbarazzo della società di gestione dell’aeroporto di Palermo dopo l’arresto del vice presidente Roberto Helg per tangenti. In difficoltà, sì, ma con la ferma consapevolezza ad andare avanti nell’azione di rilancio dello scalo siciliano.

Immediata questa mattina la convocazione del Consiglio di Amministrazione di Gesap per revocare l’incarico a Helg e per prendere la decisione di costituirsi parte civile nel processo che si svolgerà. “Inoltre – prosegue Giambrone – abbiamo convocato l’assemblea dei soci per il 12 marzo per ricostituire il cda con la nuova nomina che ci arriverà dalla Camera di Commercio di Palermo”.

“Questa squadra non intende fermarsi – prosegue il presidente di Gesap – e voglio sottolineare che siamo grati all’imprenditore che ha denunciato il fatto perché ci ha permesso di combattere questo comportamento gravissimo”.

Siamo molto amareggiati, questa è una giornata nera – ribadisce Dario Colombo, amministratore delegato di Gesap – ma siamo sicuri che la supereremo e andremo avanti”.

E in conferenza, i due dirigenti di Gesap lanciano un invito: “Chiunque abbia avuto rapporti con l’aeroporto di Palermo – dice Giambrone – e abbia avuto richieste di questo genere, ce lo dica. Manterremo l’anonimato, li assisteremo nella denuncia all’autorità giudiziaria, perché non possiamo più permettere che fatti del genere si verifichino”.

Anche Confcommercio Palermo si costituirà parte civile nel processo contro l’ex presidente dell’associazione. L’hanno reso noto in conferenza stampa a Palermo i quattro vicepresidenti di Confcommercio Palermo Rosanna Montalto, Patrizia Di Dio, Antonello Diliberto e Luigi Genuardi, che assume la carica di presidente dell’associazione degli esercenti commerciali, fino a prossime elezioni.

Il gruppo dirigente di Confcommercio ha espresso solidarietà all’imprenditore Santi Palazzolo: è stato lui a denunciare Helg ai carabinieri, dal quale avrebbe ricevuto la richiesta di una mazzetta di 100 mila euro. “Abbiamo appreso con sgomento quanto accaduto. Esprimiamo solidarietà nei confronti Santi Palazzolo – hanno detto in conferenza stampa i dirigenti di Confcommercio Palermo – , che è anche vicepresidente dell’Unione dei pubblici esercizi di Confcommercio Palermo e un plauso va alle forze dell’ordine e alla magistratura”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it