Una fiumana di gente è scesa in piazza a Riace per rivolgere la propria solidarietà nei confronti di Mimmo Lucano, sindaco nell’occhio del ciclone per le “modalità” di accoglienza dei migranti nel piccolo comune da lui amministrato. Lucano si trova in regime di arresti domiciliari per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e fraudolento affidamento diretto del servizio di raccolta rifiuti.

Più di 4 mila i manifestanti che hanno sfilato lungo le vie di Riace e sotto casa del sindaco che alla solidarietà calorosa ha risposto con un pugno chiuso. Oltre un migliaio di sostenitori hanno sfilato contemporaneamente a Milano, con uno striscione con la scritta: “La solidarietà non si arresta”.

Tra i suoi sostenitori tanti extra comunitari e l’ex presidente della Camera Laura Boldrini. Immediata la reazione di Salvini: “Ora aspetto le reazioni di Quirinale e Anm. Quando scoppiò il caso Diciotti, l’Anm difese il pm tuonando ‘basta interferenze”.