Una studentessa ventunenne è stata vittima di una tentata violenza carnale da parte di un egiziano su un treno regionale diretto da Albairate a Milano.

L’incubo è cominciato poco dopo la partenza del treno, quando l’uomo si è seduto accanto alla ragazza, ha cominciato a guardare un video porno sul cellulare, si è sbottonato i pantaloni e ha iniziato a toccarsi. L’universitaria, preoccupata di trovarsi in un vagone vuoto da sola insieme all’uomo, avrebbe tentato di allontanarsi ma l’egiziano l’ha afferrata e palpeggiata con violenza, e nonostante i tentativi di fuga della ragazza, con i pantaloni abbassati, l’ha bloccata e trascinata fra le file dei sedili. Fortunatamente la giovane donna dopo una colluttazione è riuscita a fuggire in un altro vagone dove un passeggero ha chiamato il 112.

L‘aggressore è stato arrestato  per violenza sessuale nei pressi della stazione di Trezzano sul Naviglio, dopo un inseguimento a piedi. 

L’assessore lombardo alla Sicurezza e all’Immigrazione, Riccardo De Corato, ha commentato l’accaduto: ” Dei 69 nuovi agenti annunciati dal ministro Salvini, alcuni verranno destinati al controllo della rete ferroviaria  ma su queste linee andrebbero intanto utilizzati i militari per evitare che episodi del genere possano ripetersi”.