Lampedusa verso la zona franca | Il governatore: “In affido i piccoli naufraghi”

di Gabriele Ruggieri

» News » Lampedusa verso la zona franca | Il governatore: “In affido i piccoli naufraghi”

Lampedusa verso la zona franca | Il governatore: “In affido i piccoli naufraghi”

| giovedì 10 Ottobre 2013 - 14:17
Lampedusa verso la zona franca | Il governatore: “In affido i piccoli naufraghi”

“Nella giunta di stamane abbiamo voluto dare un cazzotto alla Bossi-Fini”. Esordisce così il governatore, Rosario Crocetta, nella conferenza stampa che lo ha visto protagonista insieme alla sua giunta di Governo. “Diamo mandato all’assessore all’agricoltura di predisporre una circolare che consenta ai pescatori che si impegnano nel salvataggio e di esseri umani in occasione di naufragi, di presentare la richiesta di misure di ristoro, finanziarie ed economiche in conseguenza ai danni che subiscono, alle risorse che impiegano e al lavoro che perdono”.

Una novità che sa di pungolo per il governo nazionale, che da più parti ha ricevuto richieste di abolizione della discussa norma. “Il reato – continua Crocetta – non è il soccorso. La Regione Siciliana considera i pescatori che salvano vite umane degli eroi. Noi riteniamo che da questo momento in poi i pescatori che subiscono danni per effetto dell’azione di salvataggio dei profughi vadano ricompensati.

Il governatore ha anche annunciato l’avviamento della procedura con delibera presidenziale per inserire Lampedusa nel novero delle zone franche. “Non sarà un procedimento breve – dice – ma incontrerò il sindaco Nicolini e il Premier Letta perché si possa ottenere il prima possibile. E sarà una zona franca che riguarderà non solo i migranti, ma anche i carburanti e altri vantaggi”.

Poi l’appello ai siciliani affinché si prendessero cura dei piccoli naufraghi sbarcati a Lampedusa. “Insieme all’assessore Bonafede – conclude Crocetta – abbiamo avuto un incontro al Tribunale dei minori di Palermo per trovare quanto prima soluzione dignitosa per i 41 minori ospitati a Lampedusa. Si troverà un accomodo temporaneo, che durerà al massimo 15 giorni e poi penseremo a una soluzione definitiva, che potrebbe essere quella degli affidamenti familiari. Invito a questo proposito i siciliani a chiedere l’affidamento di questi bambini, sarebbe un atto di grande bellezza, di grande civilità.  Ricordo che anche i single possono chiedere l’affidamento, pensateci”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820