Camorra, operazione della Dia di Napoli | Sequestrati beni per 3 milioni ai Casalesi

di Redazione

» Campania » Camorra, operazione della Dia di Napoli | Sequestrati beni per 3 milioni ai Casalesi

Camorra, operazione della Dia di Napoli | Sequestrati beni per 3 milioni ai Casalesi

| giovedì 06 Febbraio 2014 - 09:59
Camorra, operazione della Dia di Napoli | Sequestrati beni per 3 milioni ai Casalesi

La Direzione investigativa antimafia di Napoli, in esecuzione di diversi decreti emessi dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere, ha sequestrato beni a tre esponenti di spicco del clan dei Casalesi, per un valore complessivo di circa 3 milioni di euro.

Un primo provvedimento di sequestro riguarda Vincenzo Abbate, 60 anni, legato al gruppo del boss Michele Zagaria, imprenditore nel settore calcestruzzo, destinatario di una misura cautelare nel 2006; a lui sono state sequestrate tre società nel Casertano, tra cui una immobiliare e una di autotrasporti.

A Giuseppe Granata, 50 anni, anch’egli nel gruppo di Zagaria, sequestrato un immobile a Teverola. Sigilli ad un immobile anche per Pasquale Fontana, 52 anni, cugino di primo grado del boss Zagaria, che si e’ sempre occupato di investire il denaro delle attività illecite al nord Italia per acquistare immobili anche attraverso imprenditori che facessero da prestanome.

Leggi anche:

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820