Aggiornato alle: 12:39

Basilicata, quattro arresti per corruzione e falso | Coinvolti imprenditori e funzionari della Regione

di Stefania Brusca

» Basilicata » Basilicata, quattro arresti per corruzione e falso | Coinvolti imprenditori e funzionari della Regione

Basilicata, quattro arresti per corruzione e falso | Coinvolti imprenditori e funzionari della Regione

| martedì 15 Luglio 2014 - 08:46
Basilicata, quattro arresti per corruzione e falso | Coinvolti imprenditori e funzionari della Regione

Con le accuse di corruzione, istigazione alla corruzione, falso e turbativa d’asta, quattro persone sono state arrestate dalla Squadra mobile di Potenza e si trovano adesso ai domiciliari.

Fra i destinatari delle misure cautelari un funzionario dell’Ufficio Provveditorato e Patrimonio della Presidenza della Giunta della Regione Basilicata ed un geometra dipendente del Comune di Potenza – Unità di Direzione Gestione Patrimonio – Manutenzioni e Servizi Tecnici.

Divieto di dimora nel capoluogo lucano per un funzionario del Comune di Potenza e obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per altre due persone. I provvedimenti sono stati decisi nell’ambito del terzo filone dell’inchiesta ‘Vento del Sud’.

Secondo quanto emerso dalle indagini,  il funzionario della Regione Basilicata, Dionigi Pastore – da stamani ai domiciliari insieme a tre imprenditori, Leonardo Mecca, Gerardo Priore e Giovanni Sileo – avrebbe gestito il sistema attraverso il quale venivano truccate le gare e venivano assegnati gli appalti a ditte “amiche” in cambio di “benefici e utilità”. In particolare, in tre occasioni Pastore avrebbe ricevuto “mazzette”, per un totale di tremila euro, a Potenza, nella sede della Regione.

Le modalità di partecipazione alle gare della Regione Basilicata avrebbero consentito alle singole imprese indagate (delle province di Potenza e Matera) di non perdere mai l’aggiudicazione. Il meccanismo, secondo le accuse, funzionava così:  l’invito veniva rivolto ad un numero di imprese “amiche”  in modo da poter “pilotare” le offerte ed assicurarsi che la migliore sarebbe risultata quella proposta dall’impresa che doveva aggiudicarsi i lavori.

Avvisi di conclusione delle indagini anche per altri soggetti fra i quali un Dirigente della Regione ed un ex assessore del Comune di Potenza.

 

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it