Gli italiani amano il “fai da te” anche in medicina. Uno su quattro assume farmaci senza prescrizione

di Redazione

» Salute » Gli italiani amano il “fai da te” anche in medicina. Uno su quattro assume farmaci senza prescrizione

Gli italiani amano il “fai da te” anche in medicina. Uno su quattro assume farmaci senza prescrizione

| martedì 23 Settembre 2014 - 11:46
Gli italiani amano il “fai da te” anche in medicina. Uno su quattro assume farmaci senza prescrizione

Sarà per paura dei camici bianchi, sarà per superficialità o per risparmiare, ma sempre più italiani si improvvisano medici e prediligono optano per le cure “fai da te”. È quanto emerge da un sondaggio di dottori.it e Demoskopea condotto su un campione rappresentativo di persone tra i 18 e i 65 anni, secondo cui un italiano su quattro assume farmaci con obbligo di prescrizione senza consultare il medico.

I più “amati” sono gli antidolorifici, ma c’è chi prende psicofarmaci in totale autonomia. Gli antidolorifici sono stati indicati dal 55,1% degli intervistati. A seguire, gli antibiotici che un 37% del campione ammette di avere utilizzato di propria spontanea volontà.

Utilizzati senza parere medico anche gli antistaminici, indicati dal 28,8% del campione, e gli antipiretici (20,3%), nonostante per entrambe le tipologie esista la possibilità di incappare in fenomeni allergici o di sensibilizzazione al principio attivo.

Il 5,9% del campione confessa di avere assunto, negli ultimi dodici mesi, degli psicofarmaci senza chiedere un confronto con il medico – percentuale che sale oltre il 10% se si isolano le risposte degli intervistati di età compresa tra i 25 e i 34 anni.

A preoccupare è la “leggerezza” dei medici “fai da te”. Un terzo di chi ha assunto farmaci con obbligo di ricetta senza il confronto con il proprio medico si ritiene poco imprudente (34,7% del campione), contro il 29,7% che invece ammette di essere abbastanza imprudente. Del tutto sicuro delle proprie azioni il 14,4% degli intervistati.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820