Italia-Azerbaigian: le formazioni titolari. Conte lancia Pirlo, in attacco conferma per Immobile

di Redazione

» News » Italia-Azerbaigian: le formazioni titolari. Conte lancia Pirlo, in attacco conferma per Immobile

Italia-Azerbaigian: le formazioni titolari. Conte lancia Pirlo, in attacco conferma per Immobile

| venerdì 10 Ottobre 2014 - 08:48
Italia-Azerbaigian: le formazioni titolari. Conte lancia Pirlo, in attacco conferma per Immobile

Tutto pronto per la Nazionale di Antonio Conte in vista del match di questa sera contro l’Azerbaigian. Previsti circa trentamila spettatori e tanto calore sugli spalti, c’è grande entusiasmo attorno all’Italia.

Il ct azzurro dovrà fare a meno di Rugani (“prestato” all’U21), Osvaldo e Thiago Motta. Per il resto scelte quasi scontate con il canonico blocco difensivo di marca bianconera Buffon- Chiellini – Bonucci. A comporre il quartetto ci sarai l’interista Ranocchia.

A centrocampo spazio dal primo minuto ad Andrea Pirlo, così come annunciato in conferenza da Conte, poi Marchisio, Florenzi, De Sciglio ed uno tra Darmian e Pasqual. Salvo sorprese degli ultimi minuti, il tandem offensivo sarà composto da Zaza e Immobile. Occhio però al possibile inserimento del giallorosso Mattia Destro. Dirige il turco Gocek.

Queste le probabili formazioni:

Italia (3-5-2): Buffon, Ranocchia, Bonucci, Chiellini, Darmian, Pirlo, Marchisio, Florenzi, De Sciglio, Zaza, Immobile.

Azerbaigian (4-4-2): Agayev, Guseynov, Qarayev, Budak, Sukurov, Sadygov, Guliyev, Dadasov, Aliyev, Nazarov, Abdullayev.

Sono solamente due i precedenti tra l’Italia e la giovanissima Nazionale ex sovietica (fondata nel ’92 e affiliata alla Fifa nel ’94). I due incontri risalgono alle qualificazioni per Euro 2004: 2-0 esterno per l’Italia il 7 settembre 2002 e 4-0 a Reggio Calabria l’11 ottobre 2003. La Nazionale italiana è imbattuta in gare di qualificazione agli Europei da 21 incontri consecutivi (18 successi e 3 pareggi). L’ultimo ko risale al match di Parigi del 6 settembre 2006. 1-3 contro la Francia. I

In casa l’imbattibilità azzurra dura da 15 partite (a Palermo un solo ko in 60 anni), con il bilancio di 12 vittorie (di cui 7 negli ultimi 7 incontri disputati) e 3 pareggi, con ultima sconfitta datata 8 settembre 1999, 2-3 dalla Danimarca, a Napoli.

In 25 gare esterne di qualificazione agli Europei, la nazionale azera non ha mai vinto. Il bottino è costituito da 2 pareggi (2-2 in Serbia nel febbraio 2003 ed 1-1 in Kazakhstan nel giugno 2007) e subendo ben 23 sconfitte e sempre almeno con un tre subiti: 83 reti al passivo, media di 3,32 a match.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820