L’attacco di Alfano contro Forza Italia | “Se ha deciso di perdere sempre, lo dica”

di Redazione

» Politica » L’attacco di Alfano contro Forza Italia | “Se ha deciso di perdere sempre, lo dica”

L’attacco di Alfano contro Forza Italia | “Se ha deciso di perdere sempre, lo dica”

| lunedì 13 Ottobre 2014 - 13:10
L’attacco di Alfano contro Forza Italia | “Se ha deciso di perdere sempre, lo dica”

“Siamo molto molto delusi che Forza Italia abbia deciso di condannare alla marginalità e a una lunga sconfitta il centrodestra. Noi con la schiena dritta non perdiamo la speranza di ricostruire il centrodestra e lo vogliamo ricostruire con tutti quanti ci credono”.  A dirlo è il leader del Ncd, Angelino Alfano all’assemblea costituente del partito in Sicilia.

Secondo il vicepremier “Da quando la nostra strada si è separata da quella di Berlusconi, il centrodestra e specificamente Forza Italia ha perso il Piemonte, l’Abruzzo e la Sardegna. Allora se Forza Italia ha deciso di continuare a perdere per sempre lo dica chiaramente. Noi abbiamo una posizione molto chiara perché ci troviamo in un governo in alleanza col Pd che era stato scelto da Berlusconi come alleato, tutti gli italiani ricorderanno che è stato Berlusconi a fare il governo con Enrico Letta”.

“Se non ci fosse stato il nostro coraggio, la nostra responsabilità lo scorso anno quando Forza Italia aveva deciso di fare cascare tutto, il governo e la legislatura, avremmo avuto già Beppe Grillo al governo”. Lo ha detto il leader di Ncd, Angelino Alfano. “L’Italia ha già capito che se non fosse stato per noi – ha aggiunto – non avremmo questo governo ma Grillo con il suo estremismo, la sua irresponsabilità e lo avremmo perché lui avrebbe serenamente potuto dire per 8-10 anni ha governato il centrodestra per 8-10 anni il centrosinistra poi hanno governato insieme con Enrico Letta, hanno fallito gli uni e gli altri e gli uni e gli altri insieme quando hanno fatto le larghe intese e ora tocca a me avrebbe detto”. “Se tutto questo non si è verificato è grazie a noi ed è questa la prospettiva che – ha concluso – vogliamo continuare a perseguire, cioè un governo che risolva i problemi e che in futuro porti naturalmente a schierare un centrodestra da un lato e un centrosinistra dall’altro”.

“È arrivata l’ora di darci una collocazione e di rispondere agli insulti di Forza Italia”, commenta il coordinatore di Ncd in Sicilia, Francesco Cascio.” Siamo stati a fianco di Berlusconi – aggiunge – ma oggi Berlusconi non è più la stessa persona, esegue le indicazioni di Toti, della sua compagna e della sua governante Maria Rosaria Rossi”.

“Il 21 ottobre – prosegue Cascio – depositeremo la mozione di sfiducia a Crocetta, auspichiamo che venga votata per mandare a casa questo governo. A parole siamo molti di più di 46, il centrodestra è unito anche i grillini sono d’accordo, aspettiamo di vedere se quella parte della maggioranza, un pezzo del Pd e altri, saranno consequenziali rispetto ai distinguo manifestati nei confronti di Crocetta”.

Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, ha anche parlato di temi nazionali come le politiche migratorie e le unioni civili.

“Il matrimonio non si tocca – ha ribadito – la famiglia è costituita da un uomo e da una donna. Io sarò un po’ vintage, ma un bambino deve avere un papà e una mamma. La tenuta dell’istituto matrimoniale, e l’adozione sono due vicende insuperabili.

Alfano ha definito “yogurt scaduto” la manifestazione di protesta organizzata dalla Lega nord il 18 ottobre a Milano sul tema dell’immigrazione, ribadendo che la missione Mare Nostrum si concluderà.

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820