Batteri super resistenti, allarme infezioni

di Redazione

» Salute » Batteri super resistenti, allarme infezioni

Batteri super resistenti, allarme infezioni

| martedì 07 Aprile 2015 - 12:34
Batteri super resistenti, allarme infezioni

Scatta l’allarme in Inghilterra per la diffusione di possibili infezioni: a causa di batteri “super resistenti” agli antibiotici in Gran Bretagna potrebbero nei prossimi anni perdere la vita circa 80 mila persone.

Il dato emerge da un rapporto del governo britannico che per la prima volta rivela le stime delle possibili vittime dell’infezione. La prospettiva viene presa seriamente dal governo inglese, con il primo ministro David Cameron che teme “un ritorno agli anni bui della medicina”.

Pare infatti che si stiano diffondendo batteri sempre più resistenti agli antibiotici (Amr o Antimicrobial Resistance Infection) e la popolazione sarebbe esposta a gravi rischi. Occorre quindi trovare contromisure e di conseguenza antibiotici più potenti per scongiurare una nuova ondata di infezioni letali.

Le cifre stimate nel dossier, il National Risk Register of Civil Emergencies, sono piuttosto allarmanti: “Buona parte della medicina moderna – si legge nel rapporto – come il trapianto d’organi o alcune cure per il cancro, potrebbe diventare meno sicura a causa del rischio di infezioni. Inoltre senza cure efficaci l’influenza pandemica diventerebbe molto seria”.

Il rapporto sui batteri resistenti agli antibiotici attualmente in commercio è stato elaborato dal Dipartimento per la gestione delle emergenze nazionali di Downing Street, sostanzialmente equivalente al nostro dipartimento per la Protezione Civile. “Senza farmaci efficaci anche le più semplici operazioni potranno essere a rischio fatale”, si legge nel documento.

Tra i batteri più insidiosi, la E.coli, la Klebsiella pneumoniae e lo Staphylococcus aureus.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820