Aggiornato alle: 23:02

Milano, 14enne resta 42 minuti sott’acqua | I medici lo salvano con una procedura estrema

di Redazione

» Cronaca » Milano, 14enne resta 42 minuti sott’acqua | I medici lo salvano con una procedura estrema

Milano, 14enne resta 42 minuti sott’acqua | I medici lo salvano con una procedura estrema

| martedì 26 Maggio 2015 - 16:07
Milano, 14enne resta 42 minuti sott’acqua | I medici lo salvano con una procedura estrema

Michael è rimasto sott’acqua per 42 minuti, le sue condizioni erano disperate, ma i medici rianimatori del San Raffaele lo hanno salvato con una procedura estrema di assistenza meccanica con circolazione extracorporera.

Il giocane di 14 anni il 24 aprile si era gettato nel Naviglio, a Castelletto di Cuggiono, con 4 amici. Lui era però rimasto intrappolato a 2 metri di profondità e le acque torbide avevano ostacolato i soccorsi. Dopo 42 minuti, in arresto cardiaco, è stato portato a riva dai vigili del fuoco.

Oggi la comunicazione di Alberto Giangrillo, direttore dell’anestesia e rianimazione del San Raffaele, alla presenza dei genitori: “Michi sta bene, solo la gamba destra sotto il ginocchio è stata sacrificata, per un problema di perfusione sanguigna”.

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it