Isis, in Iraq altre 200 donne rapite e violentate | Le loro famiglie non denunciarono la scomparsa

di Redazione

» Esteri » Isis, in Iraq altre 200 donne rapite e violentate | Le loro famiglie non denunciarono la scomparsa

Isis, in Iraq altre 200 donne rapite e violentate | Le loro famiglie non denunciarono la scomparsa

| venerdì 12 Giugno 2015 - 16:43
Isis, in Iraq altre 200 donne rapite e violentate | Le loro famiglie non denunciarono la scomparsa

Si è dovuto attendere più di un anno prima di scoprire che altre 200 donne delle minoranze degli Shabak e dei Turcomanni sciiti  sono state rapite e violentate senza pietà dai jihadisti dell’Isis in Iraq.

Senza la denuncia di un deputato iracheno della comunità Shabak, Hanin al Kadu, nulla si sarebbe saputo. I sequestri, infatti, sono avvenuti a Telafar, nella provincia di Ninive senza che le famiglie denunciassero nulla “per motivi tribali e sociali”.

Una triste storia di violenza e abbandono, l’ennesima scritta dalla follia jihadista dell’Isis. Un altro segnale delle enormi criticità che affliggono un Medio Oriente sempre più in balia del fondamentalismo religioso.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820