Aggiornato alle: 19:40

Calabria, salvati 350 migranti in alto mare | A Catania la nave norvegese con 49 morti

di Redazione

» Calabria » Calabria, salvati 350 migranti in alto mare | A Catania la nave norvegese con 49 morti

Calabria, salvati 350 migranti in alto mare | A Catania la nave norvegese con 49 morti

| lunedì 17 Agosto 2015 - 07:36
Calabria, salvati 350 migranti in alto mare | A Catania la nave norvegese con 49 morti

Sono circa 350 i migranti a bordo di un barcone in difficoltà soccorso al largo della Calabria. Nell’operazione condotta dalla Guardia Costiera, i migranti sono stati salvati al termine di un intervento reso particolarmente complesso dalle condizioni del mare. A bordo del barcone presente anche il cadavere di un uomo morto probabilmente durante la traversata.

Due motovedette sono partite da Roccella Ionica e Crotone, un pattugliatore della Marina croata e un mercantile, dirottato in zona dalla Guardia Costiera. I migranti sono stati tutti recuperati e trasferiti sul pattugliatore croato che sta ora facendo rotta per Reggio Calabria.

Intanto è approdata al Molo centrale del Porto di Catania la nave norvegese “Siem Pilot” con a bordo 312 superstiti e le salme dei 49 migranti morti all’interno della stiva del barcone soccorso al largo delle coste libiche dal pattugliatore della Marina Militare Cigala Fulgosi. I migranti sbarcati sono complessivamente 416. Altri 104 a bordo di un gommone sono stati infatti soccorsi dalla nave tedesca Werra e trasferiti poi sull’imbarcazione norvegese.

Le operazioni di accoglienza sulla banchina, coordinate dalla Prefettura di Catania, sono affidate a una task force formata dalla Croce a Rossa, dalle organizzazioni umanitarie e dalle associazioni di volontariato, oltre alle forze dell’ordine e alla Guardia Costiera.

Le vittime dell’ultima tragedia avvenuta nel Canale di Sicilia – tutti uomini- erano nella stiva del barcone perchè avevano pagato ai trafficanti un prezzo minore rispetto ai compagni di viaggio sistemati sulla coperta. La morte sarebbe stata causata dai gas di scarico dei motori. La procura della repubblica di Catania ha aperto una inchiesta per identificare gli scafisti e risalire ai responsabili della strage

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it