Rugby, World Cup: sabato e domenica le semifinali. A sfidarsi saranno le 4 big dell’emisfero sud

di Andrea Zito

» Altri Sport » Rugby, World Cup: sabato e domenica le semifinali. A sfidarsi saranno le 4 big dell’emisfero sud

Rugby, World Cup: sabato e domenica le semifinali. A sfidarsi saranno le 4 big dell’emisfero sud

| giovedì 22 Ottobre 2015 - 09:50
Rugby, World Cup: sabato e domenica le semifinali. A sfidarsi saranno le 4 big dell’emisfero sud

Il prossimo fine settimana è tempo di semifinali per la Rugby World Cup 2015 (vedi qui il calendario e i risultati dei gironi e dei quarti).

Sabato 24 Ottobre (ore 17.00) si giocherà Sud Africa – Nuova Zelanda, mentre domenica 25 Ottobre (ore 17.00) andrà in scena Argentina – Australia. Si prevede grande spettacolo al Twickenham Stadium di Londra (sede di entrambe le semifinali).

Per la prima volta in otto edizioni del mondiale, le prime 4 nazionali classificate sono tutte dell’emisfero sud (nonché partecipanti al Rugby Championship dell’emisfero australe): fino ad ora, invece, una nazionale europea aveva sempre raggiunto le semifinali e, in 6 delle 7 rassegne precedenti, anche la finale.

I bookmakers danno vincenti Nuova Zelanda (grande favorita per la vittoria finale) e Australia (media quote del’1.22 e 1.33), ma mai come questa volta si ha l’impressione che Sud Africa e Argentina possano davvero provare a realizzare qualcosa di sorprendente.

La prima semifinale vede scontrarsi due grandi rivali, uno scontro di stili tra il gioco fisico, ripetitivo e d’impatto dei sudafricani e l’alternanza di grandi giocate e sostegno continuo degli All Blacks. Il Sud Africa conferma la formazione dei quarti; la Nuova Zelanda è invece costretta a cambiare per infortunio il pilone Crockett (al suo posto Moody).

Il Sud Africa è reduce dalla splendida partita con il Galles: una partita di altissima intensità, giocata in modo eroico dai gallesi che si sono arresi solo alla incredibile giocata di Duane Vermeulen che ha mandato in meta Du Preez. La Nuova Zelanda ha, invece, letteralmente strapazzato la Francia (tra le più brutte di sempre), dimostrando, dopo un girone in sordina, di essere pronta a confermarsi campione del mondo.

La seconda semifinale sarà Argentina – Australia: gli argentini sono ormai una squadra organizzatissima, che si fonda sull’atletismo e sull’aggressività e sacrificio nelle fasi statiche. L’Australia (che recupera Folau e Pocock, ma perde Scott Sio in prima linea) tenterà di arginare le terze linee avversarie e giocare in campo aperto.

I sudamericani hanno battuto ai quarti l’Irlanda, condizionata dalle assenze ma indubbiamente surclassata dalla motivazione e classe degli argentini, che (dopo la semifinale e il bronzo del 2007) sognano concretamente la loro prima finale mondiale. L’Australia avrebbe dovuto vincere facilmente il suo quarto di finale, ma, invece, si è trovata di fronte una Scozia in grado di approfittare di ogni errore e avanti di un punto sino a 2′ dalla fine, quando l’Australia ha segnato il calcio del sorpasso e della vittoria in extremis.

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820