Aggiornato alle: 11:04

Scontro tra Anm e Governo, Renzi prova a ricucire | “Ammiro giudici e politici che fanno il loro dovere”

di Redazione

» Politica » Scontro tra Anm e Governo, Renzi prova a ricucire | “Ammiro giudici e politici che fanno il loro dovere”

Scontro tra Anm e Governo, Renzi prova a ricucire | “Ammiro giudici e politici che fanno il loro dovere”

| sabato 23 Aprile 2016 - 15:07
Scontro tra Anm e Governo, Renzi prova a ricucire | “Ammiro giudici e politici che fanno il loro dovere”

“Il rapporto tra politici e magistrati deve essere molto semplice: il politico rispetta i magistrati e aspetta le sentenze. Il magistrato applica la legge e condanna i colpevoli”. Matteo Renzi veste i panni del pompiere e prova a ricucire dopo lo strappo tra Governo e Anm: “Leggo tutti i giorni di polemiche, un film già visto”.

Le parole del premier per i magistrati, questa volta, sono al miele: “Io ammiro i magistrati che cercano di fare bene il loro dovere. E anche i politici che provano a fare altrettanto”. “Io rispetto i magistrati e aspetto le sentenze. Buon lavoro a tutti”, ha poi concluso il presidente del Consiglio sulle tensioni tra toghe e politica.

Il premier, nella newsletter inviata ai suoi sostenitori, parla poi del referendum sulle trivelle: “L’Italia ha parlato respingendo un referendum inutile. Che poteva diventare dannoso in caso di approvazione: l’Italia è leader nelle rinnovabili, vuole trasformare il sistema di mobilità metropolitano, è pronta a investire sull’efficientamento energetico delle abitazioni, sta investendo in tecnologia, è punto di riferimento in Europa e nel mondo”.

“Dovevano mandarci a casa. Lo avevano promesso Salvini e Di Maio. Lo avevano annunciato con titoli roboanti in tutte le loro partecipazioni televisive: ‘presenteremo una nuova mozione di sfiducia perché stavolta abbiamo i numeri’ – ha detto sulle mozioni di sfiducia . È finita che abbiamo preso più voti di sempre. Loro annunciano in tv che noi non abbiamo i numeri: poi si va in Aula e ogni volta perdono qualcuno. Diciamo che a noi le mozioni di sfiducia portano bene, dai”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it