Rio 2016, 14 agosto: grazie di tutto Tania! | Bis Campriani. Applausi per la spada maschile

di Redazione

» Olimpiadi Rio 2016 » Rio 2016, 14 agosto: grazie di tutto Tania! | Bis Campriani. Applausi per la spada maschile

Rio 2016, 14 agosto: grazie di tutto Tania! | Bis Campriani. Applausi per la spada maschile

| domenica 14 Agosto 2016 - 06:40
Rio 2016, 14 agosto: grazie di tutto Tania! | Bis Campriani. Applausi per la spada maschile

Un 14 agosto di palpitanti emozioni. Se 7 giorni fa l’Italia aveva conquistato 5 medaglie in una giornata memorabile, oggi lo sport azzurro ha regalato gioie incredibili che si uniscono al ringraziamento sentito ai campioni del presente e del futuro e a quelli che chiudono qui una carriera leggendaria.

Campione del futuro e del presente è Gregorio Paltrinieri, che nella notte italiana assieme a Gabriele Detti ha colorato d’azzurro il podio olimpico dei 1500 stile libero. Campionessa senza fine è Tania Cagnotto, che all’ultima gara della carriera ottiene quel bronzo individuale tanto a lungo inseguito e tanto a lungo sfuggito, cancellando, rendendo forse meno amara la beffa di Londra 2012.

Il 14 agosto è stato il giorno del cuore e dei nervi di Niccolò Campriani, ancora una volta oro, nella carabina 50 metri tre posizioni, dopo un appassionante duello con il russo Kamenskiy, deciso all’ultimo colpo con l’errore di Campriani (9.2) surclassato dall’ancor più grave errore del russo (8.3).

Il 14 agosto è stato il giorno della squadra di spada maschile italiana, argento dopo la sconfitta in finale contro i maestri francesi: era la squadra azzurra meno quotata del nostro movimento, che per il rotto della cuffia ha centrato l’accesso a Rio e che ora lascia Rio come unica formazione italiana a medaglie nelle prove a squadre di scherma.

Il 14 agosto è stato anche il giorno della beffa di Flavia Tartaglini, che partiva in testa nella RS:X femminile e che oltre all’oro ha visto sgretolarsi i sogni di medaglia; ma è stato anche il giorno del volley maschile (trionfante contro il Brasile) e anche quello del volley femminile, che dice addio ad Antonella del Core (ritiro per lei) con una vittoria che ha solo il sapore del rimpianto.

Il 14 agosto volge al termine con la prova di Elia Viviani nel ciclismo su pista, secondo dopo tre prove su sei dell’omnium con concrete chance di medaglia. L’Italia può già sognare un’altra giornata ricca di emozioni a Rio de Janeiro.

——-

ORE 03.27: Il Re è sempre Usain Bolt! Oro nei 100 metri piani. Argento a Gatlin, bronzo al canadese De Grasse.

ORE 03.07: RECORD DEL MONDO!!! VAN NIEKERK 400 METRI!!! Michael Johnson finisce negli archivi, il sudafricano è il nuovo primatista dei 400, con 43.03. Oro al sudafricano, argento a James (Grenada), bronzo a Merritt (USA)

ORE 02.16: Gatlin risponde! 9.95 con vento nullo, anche lui rallenta dopo circa 70 metri. Blake secondo in scioltezza (ma niente di eccezionale).

ORE 02.10: Usain Bolt in grande spolvero! 9.86 in semifinale, corsa sostanzialmente per 65 metri, poi in totale controllo. Ora tocca a Gatlin.

ORE 02.03: Andy Murray è il campione olimpico di tennis maschile; seconda medaglia d’oro consecutiva per il britannico che in finale ha sconfitto un infinito e redivivo Juan Martin Del Potro per 3 set a 1 (7-5; 4-6; 6-2; 7-5)

ORE 01.50: Libania Grenot è in finale nei 400 metri donne! Suo il primo tempo di ripescaggio (50.60), ottenuto nella terza semifinale, vinta da Allyson Felix su Shaunae Miller.

ORE 01.14: Prosegue la finale del tennis maschile fra Murray e Del Potro. Il britannico conduce per 2 set a 1 ed ha appena rimontato il break di svantaggio nel quarto ad uno stremato Del Potro.

ORE 00.35: Viviani vince la corsa ad eliminazione! 40 punti in classifica generale e seconda posizione in classifica dopo 3 prove su 6 dell’omnium! Domani l’azzurro nelle ultime 3 prove andrà a caccia di una medaglia!

ORE 00.32: Cavendish eliminato per essere passato sulla fascia di riporto. Viviani ancora dentro.

ORE 00.31: Proseguono le eliminazioni, Viviani sempre in gara. Corsa accorta per l’azzurro.

ORE 00.24: Ultima prova di giornata dell’omnium nel ciclismo su pista: la corsa ad eliminazione. Viviani riparte dal quinto posto provvisorio, dopo uno splendido terzo posto parziale nell’inseguimento. E attenzione: Hansen il primo nella generale è subito eliminato!!!

ORE 00.13: La Francia, come da pronostico, è oro nella spada maschile a squadre: vittoria per 45 a 31 sugli azzurri. Italia della spada maschile (Pizzo, Garozzo, Fichera, Santarelli) sono medaglia d’argento.

ORE 00.07: 5 – 4 di Jerent a Garozzo, Francia avanti 40 – 27. Marco Fichera per l’ultimo assalto.

ORE 00.04: Santarelli subentra a Pizzo, ma subisce un parziale di 5 – 4 da Lucenay. Francia avanti 35 – 23 dopo 7 assalti.

ORE 23.58: Parziale per Borel di 10 – 5 e Francia in fuga sul 30 – 19. Ora l’ultima rotazione di assalti.

ORE 23.51: Il parziale Lucenay – Fichera si chiude per passività sullo 0 – 0 dopo un minuto. Sempre 20 – 14. Spazio al sesto assalto fra Borel e Garozzo.

ORE 23.49: Una serie interminabile di colpi doppi, poi il colpo di Jerent per il parziale di 7 – 6 (primo parziale perso da Pizzo oggi). Francia avanti 20 – 14. Ora Fichera contro Lucenay.

ORE 23.44: Il veterano Lucenay chiude il parziale sul 3 – 1. Francia avanti 13 – 8. Tocca di nuovo a Paolo Pizzo.

ORE 23.38: Prova d’orgoglio di Pizzo che pareggia il parziale in rimonta! 10 – 7 Francia. Ora Garozzo contro Lucenay.

ORE 23.33: Jerent vince 5 – 2 il primo assalto contro Fichera. Ora Pizzo contro Borel.

ORE 23.28: Ancora Italia! Tocca alla squadra di spada maschile, in finale per l’oro contro la Francia! I primi in pedana sono Fichera e Jerent.

ORE 22.55: Festa per la Gran Bretagna nel ciclismo su pista, oro e argento nello sprint individuale con Kenny e Skinner. Ma ora è il momento di seguire Elia Viviani nell’Omnium (settimo in classifica dopo la prima prova: lo scratch)

ORE 22.32: Fuori programma a Rio de Janeiro! Qin Kai irrompe a bordo vasca per fare la proposta di matrimonio a He Zi! Lei ha detto si! Piangono tutti nella piscina dei tuffi. Noi ci teniamo strette le lacrime di gioia di Tania Cagnotto.

ORE 22.09: Shi Tingmao oro, Argento He Zi. L’Italia gioisce per il bronzo di Cagnotto!!! Grazie di tutto Tania.

ORE 22.07: BRONZO TANIA!!!!!!!!!!!!!!! Solo 69 punti per Abel, Tania avanti di 5.55 punti.

ORE 22.06: Tocca a Jennifer Abel. Silenzio a Rio.

ORE 22.01: Per Tania 81 punti!!!! Tre 9 per lei!!! C’è ancora una speranza!

ORE 22.00: L’ultimo tuffo di Tania! doppio salto mortale e mezzo rovesciato carpiato.

ORE 21.53: Un tuffo alla fine: Shi Tingmao sempre in testa, He Zi insegue a oltre 12 punti. Abel terza, Cagnotto quarta distante 6.45 punti.

ORE 21.51: Jennifer Abel piazza il sorpasso con un 79.90. Tania è costretta ad ottenere la media del 9 all’ultimo tuffo. I punti di divario sono 6.45.

ORE 21.46: Quarto tuffo per Tania Cagnotto. Doppio e mezzo ritornato carpiato da 69 punti.

ORE 21.43: Peccato per il Settebello, che viene sconfitto dagli Stati Uniti per 10 – 7.

ORE 21.40: Shi Tingmao in fuga con 246 punti, seconda He Zi con 236.40. Cagnotto mantiene il terzo posto con 4.45 punti di vantaggio su Jennifer Abel che è quarta! Tra loro due la sfida per il bronzo.

ORE 21.37: 72.85 per Abel, che rosicchia qualcosa, ma è sempre alle spalle di Tania Cagnotto.

ORE 21.36: Errore grave per la Keeney: solo 60 punti per lei, oltre 20 punti di ritardo. Ora Abel.

ORE 21.33: Triplo salto mortale e mezzo avanti carpiato per Tania Cagnotto! 71.30 (un pelo abbondante). Comunque ottimo tuffo per Tania.

ORE 21.26: Cinesi già in fuga a 162 punti; 151.50 per Tania Cagnotto; i punti di vantaggi su Abel sono 6, oltre 10 quelli sul quinto posto.

ORE 21.19: Che tuffo di Tania Cagnotto! 75 punti con il doppio salto mortale con un avvitamento: ottima partenza dell’azzurra! La Abel totalizza 69 punti: Cagnotto allunga per il terzo posto virtuale!

ORE 21.13: Dopo il primo tuffo He Zi e Shi Tingmao avanti. Abel e Cagnotto inseguono, entrambe con 76.50.

ORE 21.06: Primo tuffo per Tania Cagnotto! Doppio e mezzo indietro carpiato: ottimo ingresso in acqua e movimento elegante. Punteggio di 76.50 (tre 8.5).

ORE 21.00: Incredulità per Tartaglini: l’azzurra è fuori dal podio dopo medal race della RS:X femminile: dove partiva dal primo posto. Oro alla Francia con Picon, argento per la cinese Chen, bronzo per Eluftina (Russia).

ORE 20.58: Tutto è pronto per la finale olimpica del trampolino 3 metri donne. Tania Cagnotto è tra le 12 finaliste.

ORE 20.46: Dopo 2 mark, vento in calando. Francia al comando, su Cina e Paesi Bassi. Davidovich (ISR) quinta, Eluftina settima, Tartaglini nona.

ORE 20.39: Flavia Tartaglini è in acqua per la medal race della vela classe RS:X; l’azzurra è in corsa per l’oro!

ORE 20.28: Altro successo per Simone Biles, che è medaglia d’oro al volteggio, ginnastica artistica! Il suo punteggio finale è di 15.966. Argento alla Russia con Maria Paseka (15.253), bronzo alla Svizzera con Steingruber (15.216).

ORE 20.25: Il Settebello di pallanuoto entra in acqua per l’ultima sfida della fase a gironi: il suo avversario sono gli Stati Uniti.

ORE 19.55: L’oro della vela categoria RS:X maschile è dell’olandese Dorian Van Rijsselberghe, dominatore della competizione sin dalla prima regata. Decimo posto finale per Mattia Camboni.

ORE 19.40: Max Whitlock (Gran Bretagna) è medaglia d’oro di ginnastica artistica al corpo libero (15.633 il punteggio). Argento e bronzo al Brasile, con Diego Hypolito (15.533) e Arthur Mariano (15.433).  Niente medaglia per i giapponesi Shirai e Uchimura.

ORE 19.20: La sfidante dell’Italia per l’oro della spada maschile a squadre sarà la Francia (che ha sconfitto l’Ungheria)! Tra qualche ora grande duello alla Carioca Arena 3.

ORE 19.11: Arriva il primo oro di giornata dal tennis: Makarova/Vesnina sono medaglia d’oro per 2 set a 0 contro la coppia Svizzera Bacsinszky/Hingis.

ORE 18.58: L’Italia di spada maschile a squadre è in finale per l’oro! Sconfitta, demolita l’Ucraina per 45 – 33 sotto i colpi di Paolo Pizzo, Marco Fichera e Enrico Garozzo.

ORE 18.52: ORO!!!!!!!! CLAMOROSO!!!!!! CAMPRIANI ORO!!!!! CAMPRIANI 9 SCARSO!!!! KAMENSKIY 8.3!!!! 458.8 per Campriani (record olimpico) 458.5 per Kamenskiy, che all’ultimo colpo commette un errore clamoroso e fatale.

ORE 18.51: Ultimo colpo!

ORE 18.50: Per Campriani 9.1, Kamenskiy 9.6. Campriani argento, ma per l’oro il russo è in vantaggio.

ORE 18.48: Campriani rosicchia uno 0.1 a Kamenskiy! Campriani già certo di una medaglia!

ORE 18.47: Un 8.7 di Campriani. 9.7 di Kamenskiy: il russo di nuovo avanti.

ORE 18.45: Sbaglia Kamenskiy (9.2)! Sorpasso Campriani (0.8 di vantaggio)!

ORE 18.43: Garozzo!! Italia in fuga: 28 – 14 sull’Ucraina!

ORE 18.42: Finiscono le prime due serie in piedi! Kamenskiy in testa, ma Campriani è a 0.3 di distacco. Grande duello per l’oro.

ORE 18.40: Ancora Italia! Marco Fichera ci porta sul 25 – 14!

ORE 18.39: Kamenskiy prova la fuga. 1.1 di vantaggio su Campriani che è secondo (brutto il quarto colpo: 9.3).

ORE 18.36: Si parte con le serie in piedi! Campriani e Kamenskiy partono in testa!

ORE 18.35: Il parziale di Paolo Pizzo (6 – 3)! Italia avanti contro l’Ucraina per 19 – 11!

ORE 18.32: Dopo 3 assalti, L’Italia è avanti 13 – 9 contro l’Ucraina (3-3 il parziale di Garozzo).

ORE 18.27: L’Italia di spada maschile è avanti dopo 2 assalti di semifinale contro l’Ucraina: 10 – 5 il punteggio!

ORE 18.26: Fine delle serie a terra! Campriani e Kamenskiy sono pari (310.0)! L’oro si deciderà nelle serie in piedi! Vlasov distante solo 0.4 punti. Nove minuti di pausa tecnica per il passaggio alla posizione in piedi.

ORE 18.23: Grande regolarità di Campriani, che dopo la seconda serie in ginocchio è in testa di 0.8 su Kamenskiy, Vlasov è a 1.4!

ORE 18.20: Campriani in testa con 0.6 di vantaggio su Kamenskiy, dopo la prima serie a terra!

ORE 18.17: Si parte! 3 serie a terra da 5 colpi ciascuna. Campriani parte in testa!

ORE 18.15: Inizia la semifinale della spada maschile a squadre fra Italia e Ucraina! Già chiuso il primo assalto: 5 – 2 per Fichera!

ORE 18.10: Dopo le tre serie in ginocchio, Campriani è in testa! 155.1 il punteggio (costante sopra il 10 a ogni colpo), quasi un punto di vantaggio sul russo Fesov! Ora pausa tecnica di 7 minuti per passare alle serie a terra.

ORE 18.05: Dopo la seconda serie in ginocchio, Campriani è secondo! 102.6 il suo punteggio, preceduto di 0.3 dal francese Raynaud.

ORE 18.02: Prima serie in ginocchio; Campriani chiude in 51.4 ed è terzo a soli 0.3 dalla testa.

ORE 17.57: Tocca a Niccolò Campriani nella finale della carabina 50 metri tre posizioni. Tra poco la prima fase di gara, con 3 serie in ginocchio.

ORE 17.53: Prova davvero complicata nel salto ostacoli di equitazione per Emanuele Gaudiano, che commette troppe penalità ed è solo 51esimo provvisorio.

ORE 17.40: Sui campi di golf di Rio de Janeiro, prosegue il duello per l’oro tra il britannico Justin Rose e lo svedese Henrik Stenson, divisi da un solo colpo di distanza (-15 a -14 per Rose dopo sei buche del quarto e ultimo giro). Manassero e Bertasio sono 25esimo e 33esimo.

ORE 17.38: Esercizio di 3 minuti e 12 secondi, con punteggio di 91.133, che vale il quarto posto provvisorio nel turno preliminare.

ORE 17.32: Tocca a loro, a Linda Cerruti e Costanza Ferro per il turno preliminare del duo libero di nuoto sincronizzato.

ORE 17.00: Ecco Valeria Straneo, che giunge 13esima in 2.29.44, prova positiva (in recupero) dopo alcuni problemi, ma lontana dalle migliori. 25esima Catherine Bertone (ECCO I RISULTATI)

ORE 16.55: Nella maratona femminile, oro al Kenya con Sumgong, autrice dell’allungo decisivo al 41esimo chilometro: tempo di 2.24.04. Argento al Bahrain con Kirwa, bronzo all’Etiopia con Dibaba.

ORE 16.41: Niccolò Campriani è in finale, ma davvero per pochissimo! Dopo le qualificazioni l’azzurro è ottavo (ultimo posto disponibile): avanti solo per aver realizzato 7 x in più rispetto al nono, il croato Gorsa. Eliminato De Nicolo.

ORE 16.35: Siamo nel 37esimo chilometro della maratona; Kirwa (Bahrain) e Dibaba (Etiopia) tentano la fuga, solo Sumgong (Kenya) prova a resistere.

ORE 16.26: L’Italia di spada maschile a squadre è in semifinale: sconfitta la Svizzera per 45 – 32! Ultimo parziale interminabile con Heinzer che forza, ma l’Italia chiude! Gli azzurri sfideranno l’Ucraina.

ORE 16.21: Assalto fuoribondo e provocatorio di Heinzer, che tenta il recupero disperato per la Svizzera (7 – 5 al momento il parziale su Fichera).

ORE 16.15: Solo un assalto al termine di Italia – Svizzera: azzurri avanti 32 – 18!

ORE 16.12: Passaggio al trentesimo chilometro per la maratona: tempo di 1.43.21 per le etiopi Tsegaye e Dibaba, inseguite da Chelimo, Kirwa, Sumgong e Mazuronak. Straneo 15esima a 2 minuti dalla testa.

ORE 16.10: Si chiude anche il settimo assalto (il primo vinto dalla Svizzera). Italia avanti 29 – 17.

ORE 16.07: Linda Cerruti e Costanza Ferro sono in acqua per le eliminatorie del duo libero di nuoto sincronizzato.

ORE 16.03: Si chiude anche il sesto assalto. Punteggio basso ma margine ampio per l’Italia: 23 – 9!

ORE 16.00: Marco Fichera scatenato! Parziale di 4 – 0 (interrotto per passività) e Italia avanti 19 – 7.

ORE 15.53: Paolo Pizzo mantiene il margine! Italia che conduce sulla Svizzera per 15 – 7.

ORE 15.46: Dopo 3 assalti, l’Italia della spada maschile conduce per 11 – 4!

ORE 15.44: Alla mezza maratona, passa davanti la bielorussa Mazuronak con il tempo di 1.12.56. Straneo 17esima, a 43 secondi dal gruppo di testa.

ORE 15.41: Bravo Paolo Pizzo! Italia avanti dopo 2 assalti con la Svizzera per 5 – 2. Ora Enrico Garozzo in pedana.

ORE 15.37: Sono 791 e 790 i punteggi di Marco De Nicolo e Niccolò Campriano dopo le serie a terra della carabina 50 metri. Gara regolare per gli azzurri, ora impegnati nelle serie in piedi per centrare la finale.

ORE 15.34: Si chiude per passività il primo assalto. Italia sull’1 – 0. Ora tocca a Paolo Pizzo.

ORE 15.31: Il primo assalto vedrà in pedana Marco Fichera, il suo avversario sarà Kauter.

ORE 15.22: Tra poco il momento della scherma, per l’ultima gara di questi giochi, la spada maschile a squadre. L’Italia sfiderà ai quarti la Svizzera.

ORE 15.14: A 12.6 km di maratona, ritmo veloce e gruppo già esploso: una decina di atlete in testa, tra loro le tre kenyane e le tre etiopi. Straneo insegue da sola in 15esima posizione, attardata di circa 10 secondi.

ORE 14.52: 6.2 km di maratona. Arriva il primo scossone: il Kenya inizia a forzare il passo con Kiprop e Jepkesho.

ORE 14.36: Dopo 3 serie su 4 in ginocchio della carabina 50 metri 3 posizioni, Marco De Nicolo è al comando delle qualifiche! Campriani al momento è ottavo (passano i primi 8). Dopo le serie in ginocchio, sarà il momento di 4 serie a terra e 4 in piedi.

ORE 14.30: Prende il via la maratona olimpica femminile! Percorso strutturato attorno al Sambodromo, sede di partenza e arrivo. Come sempre, Straneo già in testa al gruppo, come nel suo stile.

ORE 14.13: In corso l’unico incontro di ottavi previsto del torneo di spada maschile a squadre, fra Brasile e Venezuela. La vincente accederà al tabellone dei quarti dove l’Italia incontrerà la Svizzera.

ORE 14.05: Nel pomeriggio, sulle strade di Rio, si correrà la maratona femminile. Attesa per le prove di Anna Incerti, Valeria Straneo e Catherine Bertone.

ORE 14.00: Niccolò Campriani e Marco de Nicolo sono in pedana per le qualificazioni della carabina 50 metri tre posizioni. A dispetto della carabina a terra, stavolta grandi speranze di medaglia per i colori azzurri.

——-

Dopo la notte da sogno che ci ha regalato l’oro di Paltrinieri ed il bronzo di Detti, cala il sipario sul nuoto e l’atletica prende ufficialmente il timone del programma di gare olimpiche; proprio nell’atletica l’Italia si gioca subito le sue migliori carte (al femminile) in vista di una medaglia.

Il 14 agosto è infatti il giorno della prima maratona olimpica, quella femminile, con Anna Incerti, Catherine Bertone e soprattutto Valeria Straneo (argento nella maratona mondiale di Mosca 2013). Sarà poi di nuovo il turno di Libania Grenot, impegnata nelle semifinali dei 400 metri. Invece nella notte sarà il loro momento: il momento di Bolt e Gatlin nella finale dei 100 metri.

Ma il 14 agosto è soprattutto il giorno delle speranze per Flavia Tartaglini e Tania Cagnotto: l’azzurra della vela (occhio a Bissaro e Sicouri nel Nacra 17 misto) parte in testa a pari merito con Eluftina nella medal race della RS:X; la campionessa bolzanina gareggia per una medaglia individuale che sarebbe l’ultima perla di una carriera già leggendaria.

Marco De Nicolo e Niccolò Campriani tornano in pedana per la carabina tre posizioni, stavolta con grandi speranze di medaglia, mentre toccherà alla spada a squadre maschile chiudere il programma della scherma a Rio: l’Italia ci prova con Garozzo, Pizzo e Fichera. Attenzione anche ad Elia Viviani, che nell’omnium del ciclismo su pista puntata alla riconferma dei valori espressi allo scorso mondiale (dove ha sfiorato la medaglia d’oro).

Per gli sport di squadra, il Settebello torna in vasca per confermare il secondo posto nel girone contro gli Stati Uniti; l’italvolley femminile sfida il Porto Rico per non finire a 0 vittorie e 0 punti, che trasformerebbe la spedizione azzurra da un fallimento in uno dei disastri più grandi della storia azzurra alle olimpiadi.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820