Rio 2016, 18 agosto: la notte di Bolt e del beach | Brave Trost e Rossit, rimpianto Settebello

di Redazione

» Olimpiadi Rio 2016 » Rio 2016, 18 agosto: la notte di Bolt e del beach | Brave Trost e Rossit, rimpianto Settebello

Rio 2016, 18 agosto: la notte di Bolt e del beach | Brave Trost e Rossit, rimpianto Settebello

| giovedì 18 Agosto 2016 - 06:45
Rio 2016, 18 agosto: la notte di Bolt e del beach | Brave Trost e Rossit, rimpianto Settebello

Cala la notte sull’Italia (con Bolt solito mattatore nell’atletica) dopo una giornata agrodolce per i colori azzurri: il dolce è rappresentato dai volti di Alessia Trost e Desiree Rossit, brave a centrare la finale del salto in alto; l’amaro è rappresentato da Paolo Nicolai e Daniele Lupo (comunque d’argento) e il Settebello, che perde contro la Serbia e dice addio alla finale per l’oro.

Dolceamara la notte di Paolo Nicolai e Daniele Lupo: gli azzurri sono argento sulla sabbia dura e umida di Copacabana, sferzata dal diluvio in cui a gioire sono i beniamini di casa e campioni del mondo Alison – Bruno Schmidt, bravi a resistere ad inizio dei parziali, per poi rientrare e piazzare l’allungo vincente.

Gli uomini di Campagna sono stati autori di un avvio shock, 6 – 0 di parziale, che è costato la gara e ha reso inutile la rimonta finale degli azzurri, che ora devono pensare alla finale per il bronzo contro il Montenegro e cercare di spazzare via i rimpianti.

Brave, invece, le ragazze del salto in alto, che superano le incertezze delle prime misure e centrano l’accesso in finale con la misura d’accesso diretto (1.94) in una qualifica di alto livello. Bene anche la squadra di nuoto sincronizzato, quinta nel programma tecnico prima del programma libero di domani.

Peccato per il K2 1000 metri, che deve accontentarsi di un sesto posto in finale con Ripamonti – Dressino e Alessandro Fabian nel triathlon, costretto ad inchinarsi ai fratelli britannici Brownlee. Rimpianti anche per il duo della vela Conti – Clapcich, quinte assolute nella 49er FX in virtù del terzo posto della medal race. Con una condotta di diversa sarebbe stata anche medaglia.

—–

ORE 23.27: L’Argentina è oro nell’hockey su prato maschile! É la prima volta che l’argentina trionfa in questa disciplina; Belgio sconfitto per 4 reti a 2.

ORE 22.50: La maratona del decathlon prosegue con Ashton Eaton che allunga poderosamente in testa (7370 punti); al secondo posto ora c’è il francese Mayer, vincitore del salto con l’asta (nella quale il canadese Warner si è piazzato solo 15esimo). Sono solo 2 le prove al termine.

ORE 22.35: Il Settebello è sconfitto dalla Serbia per 10 – 8. Non riesce la rimonta all’Italia (che giocherà per il bronzo): crescono i rimpianti.

ORE 22.20: Dopo 3 tempi di gioco, la Serbia è avanti 7 – 2 contro il Settebello. (CLICCA QUI PER LA DIRETTA)

ORE 22.04: Dopo due tempi di gioco, la Serbia è avanti sul Settebello con il punteggio di 6 – 2. (CLICCA QUI PER LA DIRETTA)

ORE 21.30: Si parte! Italia e Serbia si giocano un posto in finale! (Clicca qui per la diretta)

ORE 21.21: Ci siamo! Italia e Serbia sono a bordo vasca per la seconda semifinale del torneo olimpico di pallanuoto! (CLICCA QUI PER GLI AGGIORNAMENTI)

ORE 21.00: Ci avviciniamo sempre di più alla sfida tra Italia e Serbia di pallanuoto maschile! Il Settebello a caccia della finale contro i campioni del mondo!

ORE 20.44: Giulia Conti e Francesca Clapcich hanno chiuso al terzo posto la medal race della 49er FX. Risultato amaro per le azzurre che chiudono quinte nella generale con una condotta di gara più fortunata nei giorni scorsi avrebbero potuto puntare ad una medaglia. Oro al Brasile, con la vittoria decisiva nella medal race della coppia Kunze – Grael (quest’ultima figlia del mitico Torben Grael).

ORE 20.30: La coppia della vela Conti-Clapcich (49er FX) è in acqua per la medal race, nella quale comunque non possono ambire a medaglie. Questa sarà l’ultima gara di vela die giochi.

ORE 20.04: La Serbia è in finale nella pallavolo femminile! Impresa della nazionale serba che batte le campionesse del mondo degli Stati Uniti per 3 – 2 (15 – 13 al tie break) e in finale incontrerà la vincete di Cina – Paesi Bassi.

ORE 19.43 : Servirà il tiebreak per decidere la prima finalista della pallavolo femminile: Serbia e Stati Uniti sono sul 2 – 2.

ORE 18.50: Si chiude la routine tecnica del nuoto sincronizzato a squadre. L’Italia chiude quinta (91.1142) a poco più di 2.5 punti dal podio. In testa Russia e Cina. Domani il programma libero, che assegnerà le medaglie.

ORE 18.36: L’Ucraina ci sta davanti, con 93.4413. L’impressione però è che le azzurre possano insidiare le ucraine.

ORE 18.30: Grande routine tecnica delle azzurre, con un totale di 91.1142 che vale il secondo posto provvisorio. Ora l’Ucraina.

ORE 18.22: Tra poco in vasca le otto azzurre della squadra di nuoto sincronizzato, impegnata nel programma tecnico.

ORE 17.47: Alistair Brownlee e Jonathan Brownlee (Gran Bretagna) sono oro e argento del triathlon maschile, bissando il trionfo di Londra. Alistair varca il traguardo camminando, poi arriva il fratello. Bronzo per il sudafricano Schoeman. Fabian chiude 14esimo.

ORE 17.40: Alistair Brownlee in fuga: sono 25 i secondi di vantaggio sul fratello Jonathan, ritmo impressionante.

ORE 17.32: A giocarsi l’oro del triathlon sono sempre loro, i fratelli Brownlee (Gran Bretagna) in fuga con un ritmo mostruoso nella corsa (sotto i 3′ a chilometro!). Fabian scivola in 12esima posizione, a oltre 2 minuti.

ORE 17.17: Siamo nella frazione di corsa del triathlon maschile. L’azzurro Fabian è nono a 7 secondi dalla testa (Varga, Brownlee e Vincent). Uccellari è 35esimo dopo una caduta nel tratto in bici.

ORE 17.06: L’oro dei 400 ostacoli è di Kerron Clement (USA), davanti al keniano Tumuti e al naturalizzato turco Yasmani Copello.

ORE 17.03: La finale dei 400 ostacoli uomini perde un protagonista! Partenza falsa e squalifica per Javier Culson (Porto Rico, bronzo di Londra).

ORE 16.44: VAI ROSSIT!!! Grande salto all’ultimo tentativo!!! Azzurre in finale nel salto in alto femminile

ORE 16.33: Secondo errore di Rossit a 1.94. Ancora un tentativo, altrimenti sarà eliminazione.

ORE 16.29: Stati Uniti fuori nella 4 x 100 donne!!! Disastro al secondo cambio (testimone lanciato e non lanciato da Felix) e gara terminata in un oltre un minuto (ma sarà squalifica). Fuori anche i Paesi Bassi (errore di Schippers al secondo cambio).

ORE 16.25: Rossit sbaglia al primo tentativo 1.94. Ancora due prove per lei.

ORE 16.19: Prima transizione del triathlon (nuoto – bici). Fabian è terzo! Uccellari 25esimo a 17 secondi dal leader, lo slovacco Varga.

ORE 16.16: Trost in finale!!! Rincorsa un po’ incerta, ma salta 1.94 al primo tentativo! Brava Alessia.

ORE 16.13: Inizia la serie a 1.94 delle qualificazioni del salto in alto (già qualificate Beitia, McPherson , Radzvil, Skoog e Licwinko).

ORE 16.02: É iniziata dalla spiaggia Copacabana la gara di triathlon maschile! 1,5 km di nuoto, 40 di bicicletta e 10 di corsa. Impegnati due italiani: Alessandro Fabian e Davide Uccellari.

ORE 16.00: Brava Rossit! Anche lei supera 1.92 al primo tentativo: ottimo momento di svincolo attorno all’asticella (al momento le azzurre sono settima e nona per gli errori nelle precedenti prove, ma ampiamente in gara)

ORE 15.55: Bello e con margine l’1.92 di Alessia Trost al primo tentativo! L’azzurra supera subito la misura e si prepara con tranquillità per l’ultima misura di 1.94.

ORE 15.48: Rossit! Un brivido ma l’azzurra riesce a saltare 1.89 al terzo tentativo. Ora per le azzurre (e tutte le concorrenti) si sale a 1.92.

ORE 15.43: Reazione Trost! Buon salto a 1.89 al secondo tentativo: per lei la gara prosegue.

ORE 15.42: Bruttissimo errore di Rossit a 1.89 in seconda prova; asta abbattuta di schiena. Ancora un tentativo, altrimenti per lei sarà eliminazione.

ORE 15.39: Sbaglia anche Alessia Trost a 1.89. Anche lei dovrà tornare in pedana per il secondo tentativo.

ORE 15.33: Errore di Rossit a 1.89, molto scarica stavolta. Dovrà ripetere la misura. Tra poco Alessia Trost.

ORE 15.24: 1.85 eseguito in scioltezza per Alessia Trost. La gara di qualificazione delle azzurre prosegue senza intoppi. Prossima misura sarà 1.89.

ORE 15.18: Desiree Rossitt supera al primo tentativo la misura di 1.85; adesso tocca ad Alessia Trost.

ORE 15.10: Dopo la gara dei 110 ostacoli del Dectahlon (sesta di 10 prove). Ashton Eaton guida la classifica con 5621 punti, Warner è distante 103 punti.

ORE 14.58: Partono le qualificazioni del salto in alto donne, con Alessia Trost e Desiree Rossit. Qualificazione diretta a 1.94 (le restanti saranno qualificate in base alla misura e numeri di errori: passano le prime 12).

ORE 14.30: Iniziano le gare odierne dell’atletica. Si parte con i 110 ostacoli del Decathlon, poi alle 15.00 qualificazioni del salto in alto donne: impegnate Alessia Trost e Desiree Rossit.

ORE 14.11: Peccato per Ripamonti – Dressino, solo sesti in finale nel k2 1000 metri. Oro alla Germania con Rendschmddt – Gross, argento Serbia (Tomicevic – Zoric), bronzo Australia (Wallace – Tame).

ORE 14.08: Si parte!! Italia settima ai 250 metri.

ORE 14.00: Si apre un’altra giornata olimpica. Tocca subito a Ripamonti – Dressino, impegnati nella finale del K2 1000 metri.

——–

Una giornata che si apre in sordina, in attesa di una notte dalle grandi emozioni: questo è che mette sul tavolo la giornata del 18 agosto in cui l’Italia si aggrappa al Settebello e alla sua coppia del beach volley.

Gli uomini di Sandro Campagna sono chiamati all’impresa contro la Serbia campione del mondo (come avvenne a Londra 4 anni fa) ed emulare le ragazze del Setterosa, capaci ieri di pagare la Russia e centrare la finale olimpica dopo 12 anni.

Ad aprire la giornata sarà la finale del K2 1000 metri uomini, con la coppia Ripamonti – Dressino; poi toccherà ad Alessia Trost e Desiree Rossitt centare la finale nel salto in alto donne. Infine spazio nel pomeriggio italiano alla prima delle due gare di triathlon, la maschile con Alessandro Fabian e Davide Uccellari.

Poi si passerà al programma serale: si apre con il programma tecnico del nuoto sincronizzato a squadre, poi toccherà alla medal race della 49er FX (con Conti – Clapcich in cerca di un buon piazzamento finale).

Infine sarà il momento di una notte da sogno: Bolt tenta il bis d’oro nei 200 metri senza il rivale Gatlin eliminato in semifinale, poi tutti a Copacabana per la finale sotto le stelle del Beach volley tra Italia e Brasile, Lupo – Nicolai contro Alison – Bruno Schmidt.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820