Aggiornato alle: 14:38

Le pagelle di Napoli – Atalanta. Caldara poetico, stecca Mertens. Kessie, altro rosso

di Andrea Fabbricatore

» Sport » Le pagelle di Napoli – Atalanta. Caldara poetico, stecca Mertens. Kessie, altro rosso

Le pagelle di Napoli – Atalanta. Caldara poetico, stecca Mertens. Kessie, altro rosso

| sabato 25 Febbraio 2017 - 19:55
Le pagelle di Napoli – Atalanta. Caldara poetico, stecca Mertens. Kessie, altro rosso

Partita dall’andamento schizofrenico al San Paolo: partenza a razzo del Napoli che prende 2 traverse in un tempo solo, poi l’Atalanta vince la partita con la sua arma più forte: il contropiede.

NAPOLI – Reina 6; Hysaj 4,5 (dal 33′ s.t. Maggio 6), Albiol 5,5, Maksimovic 4,5, Ghoulam 6; Zielinski 5, Diawara 5,5, Hamsik 6 (dal 13′ s.t. Milik); Callejon 4,5, Mertens 5,5, Insigne 6,5 (dal 33′ s.t. Pavoletti 6).

I MIGLIORI DEL NAPOLI

Insigne: un po’ come successo a Madrid, è l’unico dei suoi a chiedere sempre il pallone e a prendersi grosse responsabilità. Deliziosa la giocata che porta alla traversa nel primo tempo, un po’ meno il tentativo da metà campo nella ripresa.

Ghoulam: uno dei pochi a salvarsi: sempre propositivo in avanti, dove i suoi compagni sprecano un paio dei suoi buoni assist.

I PEGGIORI DEL NAPOLI

Maksimovic: lanciato da titolare a causa della diffida di Koulibaly, mette in mostra tutti i suoi evidenti limiti. Poca intesa con Albiol e grossi errori di disattenzione sparsi nell’arco di tutto il match. Bocciatura definitiva?

Callejon: serataccia per l’esterno spagnolo. Mancano i suoi inserimenti alle spalle della difesa ed è anche colpevole di aver lasciato una prateria a Spinazzola in occasione del 2-0. Da sgranarsi gli occhi l’errore di testa nel corso del secondo tempo.

Hysaj: dov’è finito il grande terzino tutto cross e spinta della scorsa stagione. Imbarazzante in fase di spinta, fa ancora peggio in difesa: rischia l’espulsione ma viene graziato dall’arbitro.

—-

ATALANTA – Berisha 7; Toloi 7, Caldara 8,5, Masiello 6,5; Conti 6,5, Kessie 5, Freuler 6, Spinazzola 7; Kurtić 6 (dal 40′ s.t. Cristante s.v.) Petagna 5,5 (dal 46′ s.t. Zukanovic s.v.), Gomez 6 (dal 36′ s.t. Grassi 6)

I MIGLIORI DELL’ATALANTA

Caldara: da piacevole sorpresa del campionato ad autentica certezza e futuro pilastro della nazionale italiana. Prova maiuscola sotto tutti i punti di vista, sempre attento nelle chiusure e sempre al posto giusto. Si improvvisa attaccante segnando il quarto gol stagionale con la specialità della casa (il colpo di testa), e il quinto con una giocata da cineteca. Applausi

Berisha: la parata con cui toglie dall’incrocio il pallone scagliato da Mertens vale, da sola, il prezzo del biglietto. Garantisce sicurezza al reparto nel resto della partita.

Spinazzola: Gasperini ha scoperto un signor terzino sinistro. Il gol del 2-0 è frutto di una sua grande cavalcata sulla fascia sinistra, terminata con l’ennesimo assist della stagione.

I PEGGIORI DELL’ATALANTA

Petagna: indiscutibile l’impegno e la tecnica messa al servizio della squadra, ma un attaccante dovrebbe anche spingere dentro i palloni che gli capitano. Brutto l’errore ad inizio secondo tempo proprio davanti a Reina.

Kessiè: energico, fin troppo. La sua voglia di spaccare il mondo rischia di compromettere una partita giocata in modo encomiabile. Fino all’espulsione era uno dei migliori in campo, poi l’ingenuità.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820