Aggiornato alle: 13:58

La sfida della premier inglese Theresa May | In Giordania e Arabia Saudita senza velo

di Emanuele Termini

» Cronaca » La sfida della premier inglese Theresa May | In Giordania e Arabia Saudita senza velo

La sfida della premier inglese Theresa May | In Giordania e Arabia Saudita senza velo

| mercoledì 05 Aprile 2017 - 12:19
La sfida della premier inglese Theresa May | In Giordania e Arabia Saudita senza velo

Uno strappo alle convenzioni e a quello che in Europa viene definito il “politically correct“. Il rifiuto della premier inglese Theresa May di indossare il velo nel corso della sua visita ufficiale in Giordania e Arabia Saudita ha già capitalizzato le attenzioni di media e social.

La premier, laica e democratica, ha detto che si augura di poter rappresentare un esempio per le donne del Paese. La May ha rifiutato la copertura del capo anche in occasione dell’incontro con il principe ereditario Muhammad Bin Nayef. Molti si sono detti “fieri” di lei per aver dimostrato che “le donne laiche sono libere e uguali”.

Più ferrea nei suoi principi della “Iron Lady” Margaret Thatcher, che in una visita in Arabia Saudita nel 1985 indossò un lungo abito scuro e un cappello per coprire gran parte della testa. In Arabia Saudita, va ricordato, non esiste una legge che imponga alle donne straniere di adeguarsi alle rigide regole di abbigliamento locali.

In realtà anche l’ex first lady Usa Michelle Obama, in vista nel regno saudita nel 2015 per i funerali di re Abdullah, evitò accuratamente di indossare veli sulla testa. Lo stesso, nello stesso viaggio, fece l’ex segretario di Stato usa, Condoleezza Rice.

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820