ferrero e gassman

Lutto nel mondo del cinema. Si è spenta all’età di 84 anni l’attrice Anna Maria Ferrero. Lo ha reso noto l’agente del grande interprete francese Jean Sorel, suo marito sin dal 1962.

All’anagrafe Anna Maria Guerra, scelse il cognome Ferrero per omaggiare il padrino, il musicista americano Willy Ferrero, l’unico che l’abbia davvero spinta a intraprendere la carriera nel cinema.

Una carriera divisa tra il cinema e il teatro

Anna Maria Ferrero è stata protagonista di tanti film diretti da giganti del cinema come Carlo Lizzani, Mario Monicelli, Vittorio De Sica e Michelangelo Antonioni. Dal 1953 al 1960 è stata la compagna di Vittorio Gassman. Molto attiva nel mondo del teatro, in cui ha vestito più di una volta i panni di Ofelia in ‘Amleto’ e di Desdemona in ‘Otello’.

Nel 1949 avvenne il suo esordio nel cinema: infatti venne notata dall’attore e regista Claudio Gorà che la scelse per il film ‘Il Cielo è rosso’. Ebbe poi un ruolo nella pellicola in costume ‘Il conte di Sant’Elmo’di Guido Brignone e venne chiamata da Curzio Malaparte, al suo esordio dietro la macchina da presa, per un ruolo nel film ‘Il Cristo proibito’.

Nel 1952 ebbe il suo primo ruolo da protagonista ne ‘Le due verità’ di Antonio Leonviola e nell’anno successivo lavorò in ben otto film, tra cui ‘Le infedeli’ di Mario Monicelli e “Napoletani a Milano“, dove recitò accanto a Eduardo de Filippo. Nel 1954 ebbe una parte nel film ‘Cronache di poveri amanti’ di Carlo Lizzani e partecipò alla pellicola ‘Totò e Carolina’. L’ultimo suo film fu ‘Controsesso’ del 1964, accanto a Nino Manfredi.