Tav, Salvini litiga con il M5S e la Francia spinge: “Decidete presto”

di Redazione

» Cronaca » Tav, Salvini litiga con il M5S e la Francia spinge: “Decidete presto”

Tav, Salvini litiga con il M5S e la Francia spinge: “Decidete presto”

| venerdì 01 Febbraio 2019 - 21:04
Tav, Salvini litiga con il M5S e la Francia spinge: “Decidete presto”

Sulla Tav, che alimenta l’ennesimo scontro interno al governo gialloverde, interviene a gamba la tesa la Francia. Nel corso di una visita al tunnel di base sulla linea Tav Torino-Lione, a Saint-Martin-la-Porte, la ministra francese dei Trasporti, Elisabeth Borne, ha detto: “La Francia è veramente impegnata in questo progetto. È più di un progetto, è una realizzazione”. Borne si è comunque detta “fiduciosa” sulla decisione del governo italiano anche lo scontro sull’asse Lega-M5S

“Se tornare indietro costa come andare avanti, io sono per andare avanti”, ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che oggi ha visitato il cantiere della Torino-Lione a Chiomonte. Una giornata che ha visto momenti di tensione tra polizia e manifestanti No Tav

Tav, tensioni nel governo

 “I 5 stelle hanno ragione, il progetto è partito probabilmente sovrastimato, ma ci sono 25 chilometri già scavati nella montagna – ha aggiunto Salvini -: ritengo più utile completarli anziché riempire i buchi. L’opera si può ridimensionare, il contratto di governo è chiaro. A occhio si può risparmiare almeno un miliardo di euro, da reinvestire sulla metro di Torino o per il sostegno ai comuni interessati dall’opera”.

“Salvini non è andato a vedere il cantiere del Tav ma un buco di 5 metri. Di quale opera parla? Non esiste nessuna opera in corso. Su questo tema non bisogna fare propaganda elettorale, bisogna dire solamente la verità agli italiani. Noi vogliamo investire i soldi dei cittadini italiani per realizzare opere utili a tutti, opere che servono ai cittadini ogni giorno”, ha però replicato in una nota Manlio Di Stefano, sottosegretario M5S agli Affari Esteri.

Foto da Twitter.


Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820