Aggiornato alle: 23:32

Operazione Artemisia, sospesi Vincenzo Garofalo e Giorgio Saluto

di Redazione

» Cronaca » Operazione Artemisia, sospesi Vincenzo Garofalo e Giorgio Saluto

Operazione Artemisia, sospesi Vincenzo Garofalo e Giorgio Saluto

| venerdì 22 Marzo 2019 - 13:48
Operazione Artemisia, sospesi Vincenzo Garofalo e Giorgio Saluto

Sospesi i due dipendenti dell’Asp di Trapani Vincenzo Chiofalo e Giorgio Saluto. I due sono interessati da misure interdittive a seguito dell’operazione “Artemisia”. Per Gaspare Magro, componente del Collegio sindacale, l’Azienda, affidata al commissario straordinario Fabio Damiani, ha chiesto la sostituzione.

I carabinieri del Comando Provinciale di Trapani, coordinati dalla questa Procura della Repubblica, hanno eseguito 27 arresti per numerosi reati contro la Pubblica Amministrazione, contro l’amministrazione della Giustizia nonché associazione a delinquere segreta. Altre 10 persone sono indagate a piede libero.

Tra gli arrestati ci sono numerosi esponenti politici e istituzionali della provincia di Trapani. Inoltre è stato  scoperto un vasto  sistema corruttivo negli enti locali, quali il comune di Castelvetrano e l’Inps di Trapani. In manette anche l’ex deputato regionale di Fi Giovanni Lo Sciuto, l’ex sindaco di Castelvetrano Felice Errante e l’ex deputato regionale di Fi Francesco Cascio, finito ai domiciliari.

Operazione Artemisia, sospesi Vincenzo Garofalo e Giorgio Saluto

“L’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, alla luce degli atti notificati e alla luce della delega affidata dall’Assessore regionale alla Sanità su indicazione del Presidente della Regione siciliana, ha immediatamente provveduto a sospendere i due dipendenti interessati dalle misure interdittive, Vincenzo Chiofalo e Giorgio Saluto.

In merito al componente del Collegio sindacale, Gaspare Magro, l’Asp di Trapani sta adottando i dovuti provvedimenti a tutela dell’Azienda, chiedendo all’Assessorato regionale e al Ministero per la Salute, la sostituzione del componente, così come dovuto, ritenendo incompatibile questo incarico con la misura restrittiva della libertà personale, come appreso dagli organi di stampa.

Relativamente ad altri soggetti privati coinvolti nell’inchiesta che hanno rapporti con l’Asp di Trapani, si procederà agli adempimenti conseguenziali nell’attesa di conoscere il contenuto del provvedimento, già richiesto all’autorità giudiziaria, così come indicato anche dall’Assessore regionale alla Sanità”. Lo ha detto il Commissario straordinario dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, Fabio Damiani.

Foto da Facebook.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it