Aggiornato alle: 18:29

Dieta del cioccolato: mantenere la linea senza rinunciare al piacere

di Redazione

» Salute » Dieta del cioccolato: mantenere la linea senza rinunciare al piacere

Dieta del cioccolato: mantenere la linea senza rinunciare al piacere

| lunedì 15 Aprile 2019 - 17:15
Dieta del cioccolato: mantenere la linea senza rinunciare al piacere

Chi desidera mantenersi in forma e iniziare una dieta crede che il cioccolato sia un nemico della linea. In realtà, utilizzando un po’ di buon senso, è possibile consumare tranquillamente questo alimento, conciliandolo con gli altri cibi bilanciati per una sana alimentazione.

I benefici del cioccolato

Il cioccolato ha invece molte proprietà benefiche utili all’organismo. Grazie al suo alto contenuto di polifenoli è in grado di contrastare i radicali liberi mentre il suo potere antiossidante rallenta i processi di invecchiamento cellulare. Solitamente chi decide di iniziare una dieta crede che non si possa mangiare il cioccolato.

La dieta del cioccolato è indicata per ingannare il palato e permette di non rinunciare al gusto: è fondamentale, però, consumare del buon cioccolato con un’alta percentuale di cacao (70%minimo) e poco zucchero. Tuttavia, prima di iniziarla, è sempre consigliabile chiedere il parere del proprio medico o di uno specialista in nutrizione.

La dieta del cioccolato

In questo tipo di dieta, le dosi massime giornaliere di cioccolato devono sempre essere rispettate. Mai eccedere con il suo consumo. Il quantitativo di cioccolato che si può mangiare è al massimo di 70 grammi al giorno diviso nei diversi pasti durante l’arco della giornata.

Al mattino, per dare la giusta carica, è importante fare una buona colazione. Si può mangiare, per esempio, un frutto e uno yogurt o in alternativa una bicchiere di latte scremato accompagnato da 2 fette biscottate. A pranzo si può mangiare del riso o della pasta accompagnati da verdure lesse condite con olio extra vergine d’oliva a crudo e poco sale. Per cena è indicata della carne bianca o in alternativa del pesce e una fetta di pane integrale con verdure a piacere.

Per ingannare il palato durante giornata, si può mangiare un quadretto di cioccolato fondente a metà mattina ed un altro a metà pomeriggio. Il cioccolato non deve essere consumato in tarda serata o a stomaco vuoto poiché, in questa parte della giornata, si bruciano meno calorie.

Cioccolato si, ma quale?

In commercio esistono numerosissime tipologie di cioccolato, fondente, al latte, spalmabile, bianco, con o senza frutta secca.

Dal punto di vista nutrizionale la parte nobile del cioccolato è data dal cacao e dal burro di cacao, mentre gli zuccheri semplici e gli oli tropicali (di palma e di palmisti) rappresentano le componenti indesiderate.

Il migliore è il cioccolato fondente che oltretutto non provoca la carie (ma la previene), non è implicato nella comparsa di brufoli e acne e garantisce un notevole apporto di antiossidanti flavonoidici.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it