Aggiornato alle: 23:13

Aggressione di Trastevere, Edoardo Leo: “La prossima volta prendetevela con me”

di Redazione

» Intrattenimento » Aggressione di Trastevere, Edoardo Leo: “La prossima volta prendetevela con me”

Aggressione di Trastevere, Edoardo Leo: “La prossima volta prendetevela con me”

| lunedì 17 Giugno 2019 - 11:19
Aggressione di Trastevere, Edoardo Leo: “La prossima volta prendetevela con me”

L’attore Edoardo Leo interviene, sul suo profilo Twitter, sulla vicenda dell’aggressione di Trastevere. “Facciamo così. La prossima volta prendetevela con me”. Scrive così rivolto a coloro che hanno pestato 4 ragazzi dopo aver trascorso la serata al Cinema America.

Edoardo Leo: “La prossima volta prendetevela con me”

L’attore romano ha accompagnato il suo messaggio con una foto in cui indossa, provocatoriamente, proprio la maglia del Cinema America. È stata quella maglietta, infatti, che ha scatenato la reazione violenta del gruppo di balordi. Sotto il post, si legge una pioggia di commenti di approvazione da parte di fan e cittadini indignati per l’episodio.


Aggressione di Trastevere

Picchiati per avere addosso una maglietta del cinema America. È accaduto ieri notte a Trastevere a Roma a 4 ragazzi, aggrediti da una decina di 30enni. I 4 sono stati avvicinati dal gruppo i quali, dopo avere notato le magliette hanno dapprima chiesto di toglierle e poi li hanno aggrediti con bottigliate, pugni e testate. A denunciarlo uno degli aggrediti, il ventenne David Habib, ricoverato al Fatebenefratelli. Per lui un trauma con frattura scomposta alla piramide nasale. Un altro degli aggrediti ha riportato tre punti sul sopracciglio destro.

“Noi ragazzi del Cinema America – si legge in un post su Facebook – denunciamo questo atto gravissimo in una città e paese allo sbando dove la violenza non viene più condannata, ma anzi difesa e sdoganata da chi ci governa come strumento di giustizia. Ci costituiremo parte civile e sosterremo le spese legali. Non smetteremo mai di indossare le nostre magliette e lanciamo un appello a affinché si indossi tutti insieme una maglia bordeaux”.

In serata è arrivata la condanna del premier Conte. “Pochi anni or sono un gruppo di ragazzi si è organizzato ed è intervenuto a salvare dalla demolizione il Cinema America di Trastevere. Da quell’esperienza è nata l’associazione oggi denominata “Piccolo America”, che ha curato varie rassegne estive, gratuite. Ieri alcuni giovani presenti all’arena romana di piazza San Cosimato sono stati aggrediti perché non hanno ceduto a un gesto di sottomissione: non si sono tolti la maglia bordeaux col logo dell’Associazione, sinonimo per gli aggressori di fede “antifascista”. Aspettiamo le necessarie verifiche, ma se i fatti fossero confermati sarebbe un episodio gravissimo, aggravato dalla intolleranza ideologica”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it