Aggiornato alle: 14:05

Coronavirus, Cina avvia test di due vaccini

di Stanislao Lauricina

» Dal mondo » Coronavirus, Cina avvia test di due vaccini

Coronavirus, Cina avvia test di due vaccini

| martedì 14 Aprile 2020 - 13:23
Coronavirus, Cina avvia test di due vaccini

La Cina ha approvato l’avvio dei test sperimentali sull’uomo di due vaccini per combattere il nuovo coronavirus. Anche l’ambasciata della Repubblica popolare cinese in Italia ha riportato quella che definisce, comprensibilmente, “una buona notizia”, quella pubblicata dai media dello stato di Xinhua.

Nel mondo, è partita la corsa per individuare un vaccino per contrastare la pandemia. Una gara tra potenze che si gioca anche sul piano della propaganda, per affermarsi anche in questo campo. In gioco ci sono le vite di migliaia di persone e il futuro del nostro stile di vita, per un ritorno alla normalità. Ovvio che si enfatizzi ogni piccolo risultato. Ma la speranza che si raggiunga l’obiettivo è globale come la pandemia.

I vaccini vengono sviluppati da un’unità con sede a Pechino di Sinovac Biotech e dal Wuhan Institute of Biological Products, un affiliato del China National Pharmaceutical Group di proprietà statale.

A marzo, la Cina ha avuto il via libera per un altro studio clinico per un candidato al vaccino contro il coronavirus sviluppato dall’Accademia cinese delle scienze mediche militari sostenuta dai militari e dalla società biotecnologica CanSino Bio, quotata HK per il loro vaccino con il National Institutes of Health degli Stati Uniti.

Secondo i media cinesi inoltre, il vaccino ricombinante nuovo coronavirus vettoriale adenovirus sviluppato dal team degli accademici Chen Wei dell’Institute of Military Medical Sciences, Institute of Military Medical Sciences, Academy of Military Sciences, ha avviato la seconda fase degli studi clinici.

La mattina del 13 aprile, scrivono i media cinesi, Xiong Zhengxing, un 84enne di Wuhan, ha completato la vaccinazione con sua figlia ed è diventato il volontario più anziano nella seconda sperimentazione clinica.
Rispetto alla prima fase, la seconda fase della sperimentazione clinica del vaccino ricombinante con coronavirus vettoriale adenovirus ha aperto il limite di età per la sperimentazione e ha permesso a una parte di volontari di età superiore ai 60 anni di unirsi a essa. Chen Wei ha affermato che ci sono più persone di mezza età e anziane gravemente malati con la nuova polmonite coronarica e il vaccino deve fornire loro una barriera di sicurezza.
Nel processo di prevenzione e controllo della nuova epidemia di coronavirus, la Cina ha organizzato una serie di percorsi tecnici per la ricerca e lo sviluppo di vaccini, tra cui lo sviluppo del nuovo vaccino ricombinante con virus corona adenovirus vettore, ha fatto progressi significativi ed è attualmente in una posizione di leadership internazionale.
Il 26 gennaio, Chen Wei ha portato il suo team in prima linea a Wuhan per condurre ricerca e sviluppo sui vaccini. I 108 volontari che hanno completato la prima fase della sperimentazione clinica del vaccino il 27 marzo hanno completato l’osservazione medica concentrata e sono in buona salute.
Lo studio clinico di seconda fase del vaccino  con coronavirus ricombinante con vettore di adenovirus recluterà 500 volontari e introdurrà un gruppo di controllo con placebo per valutare ulteriormente l’immunogenicità e la sicurezza del vaccino. Il 13 aprile 273 volontari sono stati vaccinati.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820