Aggiornato alle: 14:05

Per il premier giapponese Shinzo Abe Olimpiadi di Tokyo a rischio anche nel 2021 se continua l’epidemia

di Stanislao Lauricina

» Sport » Per il premier giapponese Shinzo Abe Olimpiadi di Tokyo a rischio anche nel 2021 se continua l’epidemia

Per il premier giapponese Shinzo Abe Olimpiadi di Tokyo a rischio anche nel 2021 se continua l’epidemia

| mercoledì 29 Aprile 2020 - 13:17
Per il premier giapponese Shinzo Abe Olimpiadi di Tokyo a rischio anche nel 2021 se continua l’epidemia

Il primo ministro Shinzo Abe ha gettato un’ombra molto pesante sulle Olimpiadi di Tokyo, rinviate al 2021, ma tutt’altro che confermate anche tra più di dodici mesi. I Giochi  potrebbero non aver luogo nemmeno l’anno prossimo, ha detto il premier nipponico, a meno che la pandemia di coronavirus non sia contenuta, in quanto il governatore della città di Tokyo Yuriko Koike ha richiesto un’estensione dello stato di emergenza del Giappone, proclamata fino al 6 maggio.

Per Shinzo Abe Olimpiadi di Tokyo a rischio anche nel 2021

Già nei giorni scorsi, un noto virologo giapponese, Kentaro Iwata, aveva manifestato forti perplessità sulla possibilità  che le Olimpiadi possa svolgersi nel 2021 e ora le parole di Abe confermano i timori che aleggiano nel paese del Sol Levante.

La realizzazione di un vaccino è molto lontano, molti paesi non saranno in grado di contenere l’epidemia e i Giochi causano imponenti spostamenti di atleti e staff, per non contare tifosi e appassionati delle varie discipline sportive, con tutti i rischi conseguenti.

“Abbiamo detto che i Giochi Olimpici e Paralimpici devono essere tenuti in una forma completa, in quanto atleti e spettatori possono tutti partecipare in sicurezza. Sarebbe impossibile tenere i Giochi in una forma così completa se non fosse contenuta la pandemia di coronavirus ”, ha detto Abe in risposta a un legislatore dell’opposizione.

Il Giappone ha raccolto circa 3 miliardi di dollari in sponsorizzazioni nazionali, un record olimpico e ha speso quasi  13 miliardi di dollari per i preparativi.

In Giappone, il contagio è tutto sommato limitato; Tokyo ha confermato 47 nuove infezioni mercoledì. Il conteggio nazionale ammonta a 13.895 infezioni, tra cui 413 morti, ha detto l’emittente nazionale NHK.

Yoshiro Mori, presidente di Tokyo 2020, ha dichiarato martedì a Nikkan Sports che i Giochi sarebbero “demoliti” se non potessero svolgersi nel 2021. Sempre martedì, il capo della Japan Medical Association (JMA), Yoshitake Yokokura, ha riferito a una conferenza stampa che “A meno che non venga sviluppato un vaccino efficace, mi aspetto che ospitare le Olimpiadi sarà difficile”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820