Iachini vuole evitare cali di tensione: | “La strada da fare è ancora lunga”

di Domenico Giardina

» Sport » Iachini vuole evitare cali di tensione: | “La strada da fare è ancora lunga”

Iachini vuole evitare cali di tensione: | “La strada da fare è ancora lunga”

| lunedì 10 Marzo 2014 - 23:16
Iachini vuole evitare cali di tensione: | “La strada da fare è ancora lunga”

È una soddisfazione misurata quella di Beppe Iachini dopo l’ottima vittoria del Palermo sul campo della Juve Stabia ultima in classifica. Il tecnico è contento ma ci tiene a mantenere saldo il timone, evitando facili entusiasmi che potrebbero portare a cali di tensione.

Non manca però il giusto plauso alla prova dei suoi ragazzi: “Abbiamo fatto bene, gli undici in campo sono rimasti attenti e concentrati per tutta la partita – ha detto l’allenatore rosanero ai microfoni di Sky Sport -. Un atteggiamento giusto perché la strada è ancora lunga e il nostro percorso deve essere di grande crescita di qui alla fine del campionato. Di sicuro abbiamo avuto di fronte una buona squadra, capace di giocare in velocità e trascinata da un grande pubblico che l’ha sempre incitata”.

Cercando il pelo nell’uovo Iachini ammette che la squadra “ha sbagliato qualche appoggio in mezzo ma dobbiamo fare verticalizzazioni con grande velocità e rapidità per andare a buon fine e trovare la rete. C’è da dire però che in pochi minuti abbiamo sbloccato la partita, poi siamo andati al raddopppio, giocando sempre all’attacco e sviluppando la nostra manovra. La squadra nel complesso si è approcciata con la dovuta mentalità e il giusto piglio. Rimane sempre qualcosa da migliorare ma i ragazzi hanno fatto bene”.

Spostando l’obiettivo sui singoli, mettendo da parte Bolzoni, matchwinner e ovvio protagonista, spicca la buona prova di Vazquez: “Non è una sorpresa per quanto mi riguarda. Qualcuno aveva delle perplessità al momento del suo reintegro ma io che l’ho visto lavorare ho notato un ragazzo con delle qualità. Con il mio staff abbiamo lavorato per dargli fiducia facendogli capire che volevamo da lui quelle caratteristiche e qualità che ha nel suo bagaglio. Ha fatto un’ottima gara sia in fase di possesso che di non possesso. S’è inserito bene anche negli schemi d’attacco”.

E su Maresca: “Con lui abbiamo aggiunto un giocatore di qualità in un ruolo dove eravamo scoperti e giocavamo con calciatori adattati. Abbiamo guafìdagnato anche sul piano della personalità. Più giocheranno insieme i centrocampisti e più si conosceranno e troveranno quella fluidità di manovra per avere continuità nel possesso di palla. Questi ragazzi, paradossalmente, erano alla seconda partita tutti insieme”.

A precisa domanda sul suo futuro e sulla sua presenza in panchina anche nella prossima stagione, in un’eventuale campionato di serie A, è bravo a smarcarsi in dribbling: “Io contonuo a fare il mio lavoro – ha chiarito Iachini – indipendentemente dal futuro. Sono tranquillo e vivo alla giornata cercando di migliorare il gruppo, dandogli mentalità, organizzazione e portando risultati. Penso sempre al metro e non al chilometro perché solo così si ottengono risultati. La fiducia della società la sento ogni momento”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820