Aggiornato alle: 17:04

Christine Lagarde è indagata per “negligenza”| La direttrice del Fmi coinvolta nel caso Tapie

di Redazione

» Esteri » Christine Lagarde è indagata per “negligenza”| La direttrice del Fmi coinvolta nel caso Tapie

Christine Lagarde è indagata per “negligenza”| La direttrice del Fmi coinvolta nel caso Tapie

| mercoledì 27 Agosto 2014 - 12:22
Christine Lagarde è indagata per “negligenza”| La direttrice del Fmi coinvolta nel caso Tapie

Christine Lagarde, direttrice generale del Fondo monetario internazionale (Fmi), è indagata dalla magistratura francese per “negligenza” nell’inchiesta sull’arbitrato tra l’uomo d’affari Bernard Tapie e la banca Crédit Lyonnais.

“Non mi dimetto, torno a lavorare a Washington da questo pomeriggio”, ha dichiarato Lagarde all’agenzia francese France Presse, sottolineando che la decisione di metterla sotto inchiesta sia “senza fondamenti”.

La vicenda riguarda il contenzioso tra Tapie e il Crédit Lyonnais: quello che non torna agli inquirenti è come mai la Lagarde e Stéphane Richard, all’epoca ministro delle Finanze e direttore del suo gabinetto, abbiano deciso di ricorrere a un arbitro privato per risolvere la questione con il “Consortium de réalisation”, la struttura pubblica incaricata di liquidare il passio della banca che era fallita.

L’arbitro condanno lo Stato francese a pagare a Tapie un risarcimento a 285 milioni di euro, che con gli interessi è salito a 403 milioni. Adesso lo Stato si costituisce parte civile ma allora nessuno del governo Sarkozy pensò di fare ricorso, pagando l’ingente somma all’uomo d’affari.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it