Aggiornato alle: 13:51

“Carismi diversi non siano motivo di divisione” | Il monito del Papa contro invidia e gelosia

di Redazione

» Città del Vaticano » “Carismi diversi non siano motivo di divisione” | Il monito del Papa contro invidia e gelosia

“Carismi diversi non siano motivo di divisione” | Il monito del Papa contro invidia e gelosia

| mercoledì 01 Ottobre 2014 - 11:10
“Carismi diversi non siano motivo di divisione” | Il monito del Papa contro invidia e gelosia

“Nella comunità cristiana abbiamo bisogno l’uno dell’altro e ogni dono si applica pienamente per il bene di tutti: questa è la chiesa. Quando nella varietà di carismi si esprime in comunione, non può sbagliare, è il ‘sensus fidei'”. Lo ha detto Papa Francesco (nella foto twitter della giornalista Vania De Luca) nell’udienza generale dedicata alla diversità dei carismi nella Chiesa, e al rapporto tra carismi e unità.

Papa Bergoglio ha spiegato che nella Chiesa vi sono “carismi diversi” e diversi “doni” dello Spirito, e “questo non deve essere visto come un motivo di confusione, di disagio: sono tutti regali che Dio fa alla comunità cristiana, perché possa crescere armoniosa, nella fede e nel suo amore, come un corpo solo, il corpo di Cristo”. “Il nostro cuore – ha proseguito – si deve aprire alla gioia e dobbiamo pensare: ‘Che bella cosa! Tanti doni diversi, perché siamo tutti figli di Dio, e tutti amati in modo unico’. Guai, allora, se questi doni diventano motivo di invidia o di divisione, di gelosia!”.

E ha aggiunto ironico: “Tante volte, noi abbiamo sentito persone che dicono: ‘No, io ho questa qualità, io so cantare benissimo!’. E nessuno ha il coraggio di dire loro: ‘Ma, meglio che stai zitto, perchè ci tormenti tutti quando tu canti!’ Nessuno può dire: ‘io ho questo carisma’”.

Prima dell’udienza Papa Francesco ha incontrato un gruppo di bambini disabili. “Mi diceva una mamma – ha spiegato il Santo Padre – di restare un po’ di più io qui, ma il tempo è dittatore, ma dopo l’udienza in piazza volentieri rimarrò da voi, grazie tante, pregate per me, che io pregherò per voi, che il Signore vi benedica, buona giornata”.

Nel pomeriggio Bergoglio riceverà un gruppo di immigrati sopravvissuti al naufragio del 3 ottobre dello scorso anno al largo dell’isola di Lampedusa. L’udienza avverrà in forma strettamente privata.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it