Crocetta: “Aboliti i ticket per le visite in Sicilia | La mozione di sfiducia alla Scilabra? Immotivata”

di Redazione

» Politica » Crocetta: “Aboliti i ticket per le visite in Sicilia | La mozione di sfiducia alla Scilabra? Immotivata”

Crocetta: “Aboliti i ticket per le visite in Sicilia | La mozione di sfiducia alla Scilabra? Immotivata”

| venerdì 10 Ottobre 2014 - 16:55
Crocetta: “Aboliti i ticket per le visite in Sicilia | La mozione di sfiducia alla Scilabra? Immotivata”

Il governatore della Regione Siciliana Rosario Crocetta ha convocato una conferenza stampa insieme ai suoi assessori Nelli Scilabra (Formazione) e Lucia Borsellino (Sanità) per parlare dei temi caldi della politica regionale, dai lavoratori del Seus licenziati all’abolizione dei ticket sanitari regionali.

“Nella fase di assunzioni questo personale non aveva i requisiti morali previsti dalla legge e sulla base di questo non può esserci alcun contratto pubblico”, ha detto Crocetta parlando del licenziamento di 82 lavoratori della Seus, la società che gestisce il servizio del 118.

“Queste verifiche – ha aggiunto il governatore- non comportano la criminalizzazione di una società; anzi, credo che la verifica del possesso dei requisiti giuridici e morali sia una garanzia della onorabilità per i lavoratori e una legittima precauzione che un amministratore deve operare nei confronti degli utenti”.

“Quando si fanno atti di questo tipo – ha detto ancora – c’è la tendenza a scaricarli sugli amministratori. Io dico che è un atto dovuto e che gli amministratori si muovono su input preciso del governo. Per questo voglio ringraziare pubblicamente gli amministratori – ha concluso – ed esprimere loro la mia solidarietà e quella dell’assessore. Questo governo vuole fare pulizia e non si tratta di decisioni revocabili”.

Il governo abolisce i ticket per le visite specialistiche in Sicilia, ha poi annunciato Crocetta. “In relazione ai risparmi nella sanità – ha detto Crocetta – abbiamo predisposto il decreto assessoriale, che voglio firmare anche io, per rimarcare la volontà politica del governo. Siccome stiamo facendo risparmi, abbiamo deciso che i primi a beneficiarne saranno i cittadini”.

“Ovviamente è solo un primo passo – ha sottolineato -. Prima che scada questo governo, se la legislatura dovesse durare intendiamo abolire l’addizionale Irpef che serve a coprire il deficit della sanità. Non possiamo abolire in ticket nazionale, sarà abolito quello aggiuntivo regionale per le visite specialistiche. Resta la quota nazionale di 10 euro, ma sarà eliminato un inutile balzello che dura da dieci anni consentendo un risparmio per gli utenti del 10%”.

“La Sicilia ha esattamente gli stessi rischi del resto del mondo su un eventuale contatto con il virus Ebola. Stiamo adoperando protocolli rigidi e avviando la formazione del personale per tranquillizzare tutti”, ha continuato il governatore.

Crocetta a proposito del Piano Ebola predisposto dall’assessorato alla Salute, che dovrebbe essere approvato la prossima settimana, ha detto: “Stiamo provvedendo a fornire le aziende ospedaliere dei dispositivi di protezione”. “La Sicilia è pronta a fronteggiare un’eventuale situazione di emergenza – ha aggiunto l’assessore alla Salute Lucia Borsellino -, specificando che i migranti non devono essere visti come portatori di malattie. Il piano Ebola che è stato già predisposto sarà approvato la prossima settimana”.

Il governatore siciliano poi ha dato il via alle danze della Formazione: Crocetta presenterà lunedì un emendamento aggiuntivo al ddl che riforma il sistema della formazione professionale. L’emendamento prevede la costituzione di un’agenzia unica del personale. “Nel ddl che avevamo presentato – ha detto il presidente della Regione Rosario Crocetta in conferenza stampa – era prevista la rete degli enti per le politiche solidali, il tema sul quale ci troviamo scoperti riguarda la gestione dell’elenco degli operatori e la mobilita’ del personale degli enti”. “Utilizzeremo il fondo di rotazione di solidarietà – ha detto ancora – nelle fasi in cui potrebbero essere senza lavoro”.

“A fine ottobre potrebbe esserci la nuova procedura”. Ha affermato il governatore della Sicilia a proposito delle nuove selezioni per i tirocini del Piano Giovani. Il presidente ha detto anche che le selezioni di luglio e agosto sono valide. A proposito dell’apertura della nuova finestra per i tirocini destinati agli under 35 l’assessore alla Formazione Nelli Scilabra ha aggiunto: “aspettiamo l’ok del ministero, abbiamo avviato la procedure per spostare altri 3-4 milioni di euro per la misura dei tirocini del Piano Giovani, in questo modo i posti disponibili diventerebbero mille”.

E sulla mozione di sfiducia alla Scilabra Crocetta ha detto che  “porrebbe una questione oggettivamente di difficoltà, ma sono cadute le questioni alla base della mozione. Il click day è valido e il pagamento degli enti è stato sbloccato. Se poi il parlamento vuole farlo per un odio personale o per una posizione di contrasto…”. “Anche alla luce della nuove proposte è una scelta immotivata” ha aggiunto.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820