Aggiornato alle: 23:51

Scoperta una maxi-truffa on line internazionale | Clonavano carte e vendevano falsi voli: 50 arresti

di Redazione

» Cronaca » Scoperta una maxi-truffa on line internazionale | Clonavano carte e vendevano falsi voli: 50 arresti

Scoperta una maxi-truffa on line internazionale | Clonavano carte e vendevano falsi voli: 50 arresti

| sabato 10 Ottobre 2015 - 08:53
Scoperta una maxi-truffa on line internazionale | Clonavano carte e vendevano falsi voli: 50 arresti

Un’operazione condotta dalla polizia italiana in collaborazione con la polizia rumena e il Centro Europeo per la lotta al Cybercrime di Europol ha portato allo smantellamento di una falsa agenzia di viaggi on-line che vendeva biglietti aerei. In manette sono finite cinquanta persone.

Tra questi 4 leader di un gruppo di criminalità organizzata rumena, ritenuti responsabili del reato transnazionale di frode informatica. Gli arrestati “clonavano carte di credito, e poi le utilizzavano per l’acquisto in internet di beni di vario tipo, tra i quali anche biglietti aerei, attraverso la creazione di una agenzia di viaggi che gestiva il commercio a livello internazionale”.

“Questa operazione – ha detto Roberto Sgalla, Direttore delle Specialità della Polizia di Stato – è il frutto di una efficace attività di prevenzione e della consolidata collaborazione tra pubblico e privato, sia con le compagnie aeree che con gli uffici antifrode delle varie società emittenti ed intermediarie delle carte di credito”.

Merito va anche “alla costante e qualificata collaborazione con i collaterali organi di polizia stranieri e con le organizzazioni di cooperazione internazionale di polizia Europol ed Interpol”. Durante l’operazione, portata a termine nella Romania meridionale sono state eseguite 16 perquisizioni domiciliari.

Al termine delle stesse “si è proceduto al sequestro di una enorme quantità di dispositivi digitali, tra i quali numerosi Pc, laptop, telefoni cellulari, schede sim, schede di memoria e altra documentazione”. Su tutto il materiale si effettueranno quanto prima delle analisi forensi alla ricerca di ulteriori prove dei reati commessi.

Le attività criminali andavano avanti dal 2013 causando danni a privati cittadini, compagnie private ed istituzioni bancarie per diverse centinaia di migliaia di Euro – spiega una nota della polizia – L’organizzazione criminale, che operava su internet, otteneva i dati delle carte di credito e altri dati personali appartenenti ai titolari delle carte di credito da vari Paesi.

Successivamente “li utilizzava per acquistare beni e servizi di alto valore, tra cui biglietti aerei (il più delle volte), scommesse sportive, apparati elettronici, gioielli, macchine agricole e immobili. Inoltre, l’organizzazione criminale utilizzava i proventi delle frodi on-line per facilitare altri reati a livello nazionale e internazionale”.

Si tratta di dinamiche in aumento che comportano non solo “enormi perdite finanziarie per le compagnie aeree ed il settore della monetic”a, ma facilita anche altre forme di illecito. Come ad esempio fornendo di mezzi di trasporto a livello globale e generando fondi per il finanziamento della criminalità organizzata.

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it