Milan – Lazio, le pagelle: Bacca una sentenza, Calabria che personalità. Male Djordjevic e De Vrij

di Redazione

» Sport » Milan – Lazio, le pagelle: Bacca una sentenza, Calabria che personalità. Male Djordjevic e De Vrij

Milan – Lazio, le pagelle: Bacca una sentenza, Calabria che personalità. Male Djordjevic e De Vrij

| martedì 20 Settembre 2016 - 22:41
Milan – Lazio, le pagelle: Bacca una sentenza, Calabria che personalità. Male Djordjevic e De Vrij

Ecco le pagelle di Milan – Lazio, (clicca qui per la cronaca), anticipo valido per la 5a giornata del campionato di Serie A.

Milan (4-3-3): Donnarumma 6.5; Calabria 7, Paletta 6.5, Romagnoli 6, De Sciglio 5.5; Kucka 6, Montolivo 5.5, Bonaventura 6 (37′ s.t. Honda 5.5); Suso 6 (23′ s.t. Locatelli 6), Bacca 7.5 (42′ s.t. Gomez s.v.), Niang 5. All.: Montella.

I MIGLIORI DEL MILAN

Bacca: Semplicemente un bomber. Segna al suo primo tiro in porta, con una freddezza da fuoriclasse e si propone per i compagni con ottimi movimenti e ottimi palloni. Il colombiano è ufficialmente tornato: il Milan con lui può essere un po’ più sereno.

Calabria: Dopo un partita sofferta contro la Sampdoria, prova di grande personalità per il giovane terzino destro. Non soffre l’uno contro uno, tiene alla grande la marcatura di Immobile e resiste alle accelerazioni Keita, bravo in anticipo e propositivo anche in fase offensiva. Niang gli nega la gioia dell’assist.

Paletta: Una conferma per il centrale argentino, vero leader della fase difensiva. Complice anche una Lazio poco incisiva, sceglie sempre alla perfezione i tempi dell’intervento.

I PEGGIORI DEL MILAN

Niang: Davvero una brutta partita. Tantissimi errori nel primo, sia sotto porta (vanificando le occasioni uno contro uno) sia in fase di impostazione (emblematico un traversone in area per… nessuno). Poi il gol sbagliato a porta vuota nella ripresa. Per lui un vistoso passo indietro: il rigore ben eseguito non cambia il giudizio di fondo.

——–

Lazio (3-5-2): Strakosha 5.5; Bastos 5.5 (1′ s.t. Keita 6.5), De Vrij 4.5, Radu 5.5; Basta 6, Parolo 5, Cataldi 5.5, (32′ s.t. L.Alberto s.v.) Milinkovic-Savic 6.5, Lulic 5.5; Immobile 6, Djordjevic 5 (1′ s.t. Anderson 6). All.: S. Inzaghi.

I MIGLIORI DELLA LAZIO

Milinkovic-Savic: Alla fine si rivela il più pericoloso con un colpo di testa da fallo laterale, che Donnarumma riesce a respingere. I suoi inserimenti creano scompiglio nella difesa del Milan, ma i suoi compagni non lo servono a dovere.

I PEGGIORI DELLA LAZIO

De Vrij: Sembra davvero la brutta copia del giocatore conosciamo. Lento, fuori forma, impreciso nell’esecuzione e falloso nelle scelte di gioco. Si lancia in attacco quando Parolo perde palla, lasciando scoperta la retroguardia. Una serata da dimenticare.

Djordjevic:  Sciupa malamente un pallone servito da Immobile di sponda, poi sparisce dal campo. Davvero poco incisivo. Quando Inzaghi inizia a operare i cambi, non esita a sostituirlo.

Parolo: Un errore che costa caro. La Lazio è tutta sbilanciata in avanti e lui perde palla a centrocampo senza contrasto, permettendo a Bacca di involarsi in area. Si scusa ma ormai il danno è fatto.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820