Aggiornato alle: 17:01

Correre e raccogliere i rifiuti, a Palermo si pratica il “plogging”

di Federica Raccuglia

» Ambiente » Correre e raccogliere i rifiuti, a Palermo si pratica il “plogging”

Correre e raccogliere i rifiuti, a Palermo si pratica il “plogging”

| venerdì 27 Aprile 2018 - 11:06
Correre e raccogliere i rifiuti, a Palermo si pratica il “plogging”

Correre e raccogliere i rifiuti per strada, allenando il fisico, la mente e facendo del bene all’ambiente. Stiamo parlando del “plogging“, un nuovo modo di fare sport, giunto in Sicilia dalla Svezia, che unisce il jogging alla raccolta dei rifiuti e che si inserisce nel programma di “Palermo Capitale della Cultura 2018”. Ad organizzare la manifestazione è Retake Palermo, che conta già più di 5000 mila fan su Facebook. “Stanchi di chi vandalizza Palermo, ma soprattutto di chi sa solo lamentarsi e rimanere a guardare, ci riprendiamo la nostra città a colpi di spugna”, si legge nella loro pagina social.

Il percorso del plogging

Il primo plogging prenderà il via, sabato 28 aprile alle ore 10, dal Parco della Salute e attraverserà Foro Umberto I, Villa Giulia, via Lincoln, via Garibaldi, piazza Rivoluzione, via Aragona, via Paternostro, via Vittorio Emanuele, Piazza Marina, Villa Garibaldi, Foro Umberto I per fare ritorno al Parco della Salute. 

“Che senso ha lamentarsi solo sui social?”

“Facciamo parte di un grande rete italiana presente in 28 città – ci spiega Marco D’Amico, uno degli organizzatori della manifestazione – e per la prima volta abbiamo voluto questo evento che si sta svolgendo in tutta Italia. A Palermo si tratterà più di una passeggiata che una corsa, considerata la situazione delle nostre strade. Abbiamo pensato di partire dal Foro Italico e di fare un giro nelle strade del centro storico. Ci sono già 30 iscritti e i numeri sono destinati a salire. Per noi è già un successo”.

Il lavoro di Retake Palemo non si ferma al plogging: “In questi ultimi giorni ci siamo occupati del recupero delle cassette della posta vandalizzate in tutta la città – continua D’Amico – da poco invece abbiamo concluso un incontro con i bambini della scuola elementare De Amicis, un lezione di educazione civica e poi il ripristino del giardino esterno. Retake nasce circa tre anni fa a Palermo quando, insieme ad un paio di amici, dopo aver visto una fermata del tram vandalizzata, siamo scesi in strada perchè non ci andava di lamentarci solo sui social. Da quel momento abbiamo avuto un gosso successo sui social e da lì molti ci hanno contattato per chiederci se potevano unirsi a noi”.

Ogni partecipante riceverà guanti e sacchetti per raccogliere i rifiuti e la manifestazione è aperta a tutti, gratuita ma con iscrizione obbligatoria. Può partecipare chiunque: bambini, adulti, amici a quattro zampe. Per richiedere il modulo di iscrizione contattare l’indirizzo mail retakepalermo@gmail.com. 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it