Sanremo 2014, la prima serata tra musica e brividi | Scelte le canzoni da finale dei primi 7 big

di Alessia Bellomo

» Sanremo 2014 » Sanremo 2014, la prima serata tra musica e brividi | Scelte le canzoni da finale dei primi 7 big

Sanremo 2014, la prima serata tra musica e brividi | Scelte le canzoni da finale dei primi 7 big

| martedì 18 Febbraio 2014 - 20:52
Sanremo 2014, la prima serata tra musica e brividi | Scelte le canzoni da finale dei primi 7 big

Un vortice di emozioni nella prima puntata della 64 edizione del Festival di Sanremo. Dall’inizio da brividi con la protesta disperata di due lavoratori del consorzio del bacino di Napoli e Caserta – finita con i due portati in Questura per essere identificati – al tributo al grandissimo Fabrizio De Andrè, passando per gli ospiti Letitia Casta, Raffaella Carrà e Cat Stevens, la prima serata della kermesse della musica italiana è stata sicuramente movimentata ma forse un po’ sotto le aspettative rispetto al festival dell’anno scorso.

Di certo adesso si conoscono 7 delle canzoni che gareggiano per la vittoria: Controvento di Arisa; Pedala di Frankie Hi NRG; Da lontano di Antonella Ruggiero; Liberi o no di Raphael Gualazzi & The Bloody Beetroots; Il cielo è vuoto di Cristiano De André; L’unica dei Perturbazione; Ti porto a cena con me di Giusy Ferreri.

LA DIRETTA

00.43 Fabio Fazio chiude la prima serata del 64° Festival di Sanremo con un riepilogo delle sette canzoni in gara.

00.22 L’ultima big ad esibirsi questa sera è Giusy Ferreri. La cantante che nei giorni scorsi è stata colpita da un brutto raffreddore ha preservato la sua voce fino alla serata di oggi. Accompagnata da Beppe Vessicchio, la Ferreri canta il primo brano “L’amore possiede il bene”. Un po’ di emozione ma la voce e il timbro della Ferreri sono forti. Il secondo brano si intitola “Ti porto a cena con me”: due canzoni piuttosto simili. A declamare la scelta del televoto è il bellissimo Marco Bocci: è la seconda canzone a passare il turno.

00.20 Luciana Littizzetto ricorda Freak Antoni, leader degli Skiantos morto la settimana scorsa. Lucianina lo fa citando alcune delle sue frasi più famose tra cui “La fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo”.

00.15 Standing ovation per Father and son di Cat Stevens: “Poi uno si chiede perchè vuoi fare Sanremo?”, afferma Fazio tra gli applausi.

IL VIDEO DELL’ESIBIZIONE DI CAT STEVENSL’INTERVISTA DI FABIO FAZIO

23.58 L’ora è tarda ma l’atmosfera è magica: sul palco c’è Cat Stevens con la sua Peace Train. Sulle note leggere di Maybe there’s a world l’Ariston resta senza fiato per l’interpretazione che si trasforma in una cover di All you need is love dei Beatles.

GUARDA LE FOTO DELLA PRIMA PUNTATA DEL FESTIVAL DI SANREMO

23.34 È il turno del gruppo Perturbazione: canzone dalle sonorità elettroniche “L’unica”, applausi dall’Ariston. L’altro brano si intitola “L’Italia vista dal bar”, una ballata pop rock. Vince “L’unica”: ad annunciarlo Massimo Gramellini che in anteprima legge il suo editoriale di domani.

23.27 Luci calde e atmosfera spensierata per Cristiano De Andrè: sarà che oggi tutto richiama il grande Faber, ma più cresce più la voce del figlio ricorda il timbro del padre. La prima canzone si chiama “Invisibili” e ha un reef che resta subito impresso in mente. Il secondo brano si intitola “Il cielo è vuoto” che sembra più “sanremese”: è proprio questa la canzone a passare il turno, con l’annuncio di Cristiana Capotondi. De Andrè un po’ deluso: avrebbe preferito l’altro brano.

23.15 Sul palco arriva una seconda Raffaella Carrà: è Luciana Littizzetto travestita, con carrè biondo e tutina con spalline in una riproduzione del vestito storico dell’esibizione di Raffa in “Rumore”.

22.55 Raffaella Carrà spettacolo: allegria, ballo e colori all’Ariston. La Carrà cita Sorrentino e gli augura di vincere l’Oscar, ricordando che i primi cinque minuti de La grande bellezza sono accompagnati dalle note della sua A far l’amore comincia tu. Il momento più accorato è l’appello della Raffa nazionale al governo indiano: “Non mi ascolterà nessuno, ma rimandateci i nostri ragazzi”.

GUARDA LE FOTO DEI BIG IN GARA LA PRIMA PUNTATA

22.45 Raphael Gualazzi canta insieme a The Bloody Beetroots: un’accoppiata parecchio strana che dà vita ai brani “Tanto ci sei” e “Liberi o no”. Coro quasi inquietante quello che accompagna l’ultima canzone, con un Gualazzi che schiaccia la voce più di quanto ci si aspetti da lui. Un brano decisamente innovativo rispetto alle canzoni presentate alle ultime edizioni. A passare il turno è proprio Liberi o no: ad annunciarlo è Luigi Maldini, direttore dell’Istituto Telethon.

22.30 La gara torna ad essere protagonista: sul palco Antonella Ruggiero. La voce senza età della ex cantante dei Matia Bazar incanta con il brano “Quando balliamo”. La seconda canzone si intitola “Da lontano” e ricorda molto le sonorità del suo ex gruppo, con tendenze new age. Ad annunciare il brano premiato dal televoto il pallanuotista Amaurys Perez: a passare il turno è “Da lontano”.

22.28 La Littizzetto lancia l’hashtag #PapaFrancescoStaiSereno

22.15 Il momento attesissimo dell’esibizione della Casta e Fazio sulle note di “Ma ‘ndo vai se la banana non ce l’hai?” è arrivato e forse ci si aspettava qualcosa di più. Bella coreografia del corpo di ballo maschile ma la mise improvvisamente aggressiva – dall’abito candido al body con stivali al ginocchio – della Casta sposta l’attenzione dal tributo ad Alberto Sordi alla bellezza della francese.

SCOPRI IL PROGRAMMA INTEGRALE DEL FESTIVAL

22.05 Arriva il momento di Laetitia Casta. La diva francese, vestita di bianco con un abito color avorio con dei dettagli da anni ’20 sulla gonna, discute con Fabio Fazio – per l’occasione il conduttore si è cambiato e ha preso gli abiti da “esistenzialista francese”. La Casta parla con fluidità in italiano e dà vita insieme a Fazio a un siparietto a suon di musica. La Casta si esibisce in una versione leggera e coinvolgente di “Meraviglioso”, bravo storico di Domenico Modugno. Fabio Fazio ricambia con la sua versione di Les feuilles mortes di Yves Montand, interrotta dall’arrivo di Luciana Littizzetto.

GUARDA IL VIDEO DELL’ESIBIZIONE DI LAETITIA CASTA

21.45 Sull’Ariston è il turno di Frankie Hi NRG, idolo hip-hop nello scenario italiano. Il primo pezzo che presenta sembra costruito proprio per Sanremo, “Un uomo è vivo”, brano che parla di crescita. La seconda canzone presentata da Frankie si chiama “Pedala” e ha una sonorità più reggae. A passare il turno è proprio “Pedala”: ad annunciare il risultato del televoto le tuffatrici Tania Cagnotto e Francesca Dallapè.

SCOPRI TUTTE LE CANZONI IN GARA AL FESTIVAL

21.30 La gara entra nel vivo: sale sul palco il primo big della serata. Arisa presenta il suo primo brano “(Lentamente) Il primo che passa”, una ballata romantica tipica della cantante. Il pubblico la accoglie con uno scroscio di applausi. Fazio dà il via al televoto che decreterà quali canzoni andranno avanti. Ogni artista infatti presenterà due canzoni: il secondo brano di Arisa si intitola “Controvento”, canzone più ritmata che sembra coinvolgere la cantante di più. Arisa è salita sul palco con delle scarpe con un tacco vertiginoso ma si è esibita scalza. A passare il turno è il brano Controvento.

CHI VINCERÀ IL FESTIVAL?

21.20 Abito molto succinto, rosa e nero, con tanto di balconcino-top fiorito: Luciana Littizzetto fa il suo ingresso al festival in mezzo a uno stuolo di ballerine anch’esse in rosa. Subito ironia sul balconcino e analogie con quello caduto a ridosso della ferrovia pochi giorni fa, causando il deragliamento di un treno. Poi le battute rivolte nei confronti del sindaco della città dei fiori. “Nessuno scontrino? Nessuna mutanda comprata con fondi pubblici?” e la lettura di una lettera-preghiera a San Remo, in cui la comica ironizza su cantanti e ospiti del festival.

GUARDA IL VIDEO DELL’INGRESSO DI LUCIANA LITTIZZETTO

21.06 Dopo i primi attimi di tensione, gestiti da Fazio con un aplomb quasi surreale, sul palco sale Luciano Ligabue in un commovente tributo a Fabrizio De Andrè: sotto gli occhi della moglie di Faber Dori Ghezzi, il Liga ha cantato Creuza de mar, una delle canzoni più toccanti e intime del cantautore. Ad accompagnare Ligabue, Mauro Pagani, uno degli autori di Creuza de mar e amico di De Andrè.

SANREMO, FESTIVAL A CONFRONTO: NEL 1995 BAUDO SALVÒ UN UOMO DAL SUICIDIO

20.50 Il Festival di Sanremo inizia con un intoppo: il meraviglioso sipario non si alza e Fabio Fazio è costretto a uscire e aprire con un sorriso e un “Se questo è l’inizio…” la prima serata della kermesse. Ma subito ci sono attimi di tensione: mentre il padrone di casa inizia il discorso d’apertura, due uomini si sono arrampicati sulle impalcature, minacciando di lanciarsi.

IL VIDEO DELL’ANTEPRIMA DI PIF

20.40 La prima grossa novità è il pre Festival, firmato Pif. Dopo il successo al cinema di La mafia uccide solo d’estate il palermitano racconta Sanremo e introduce la 64° edizione del festival della musica italiana.

Tutto pronto per la 64° edizione del Festival di Sanremo: la kermesse della musica italiana torna a catalizzare l’attenzione dell’opinione pubblica, con una prima puntata che sembra già iniziare “col botto”. Fabio Fazio e Luciana Littizzetto hanno deciso di dedicare questa edizione di Sanremo alla bellezza, ma sulla cittadina ligure di è già abbattuto il ciclone Beppe Grillo. “Martedì sarò a Sanremo, prima fuori e poi dentro” aveva promesso il leader del Movimento 5 stelle e ha subito recitato il suo show personale all’esterno del teatro, attaccando la Rai: “È responsabile del disastro del Paese”. I due padroni di casa avranno da temere? Vada come vada, sul palco dell’Ariston la musica sarà protagonista. Dal tributo a Fabrizio De Andrè di Luciano Ligabue ai primi 7 big in gara (Arisa, Frankie Hi NRG, Antonella Ruggiero, Raphael Gualazzi, Cristiano De Andrè, Perturbazione, Giusy Ferreri) si apre il sipario sul 64° festival di Sanremo.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820