Aggiornato alle: 00:34

Juventus da record: 102 punti in serie A | Bastano 45 minuti per il 3-0 sul Cagliari

di Domenico Giardina

» Sport » Juventus da record: 102 punti in serie A | Bastano 45 minuti per il 3-0 sul Cagliari

Juventus da record: 102 punti in serie A | Bastano 45 minuti per il 3-0 sul Cagliari

| domenica 18 Maggio 2014 - 16:58
Juventus da record: 102 punti in serie A | Bastano 45 minuti per il 3-0 sul Cagliari

L’obiettivo è stato centrato: la Juventus di Antonio Conte arriva lassù dove mai nessuno è arrivato. Superati i 100 punti, la squadra bianconera chiude a quota 102. La pratica Cagliari è stata evasa in appena 45 minuti. I responsabili Pirlo, Llorente e Marchisio sono stati veloci e chirurgici.

Il Cagliari ha fatto le veci dello sparring partner, bravo a incassare i colpi senza impegnare più di tanto il più quotato avversario.

Ad aprire le danze del gol è stato Andrea Pirlo con una punizione delle sue. Palla nel sette, là dove Silvestri potrebbe arrivare se fosse munito di ali, palla che tocca il legno, sbatte in quella terra di nessuno tra linea e porta, rimbalza sulla schiena del portiere e finisce in rete. Dubbi sull’assegnazione del gol. Inizialmente la Lega lo concede al regista della Nazionale ma nel corso della partita modifica la decisione e certifica l’autorete di Silvestri. Un caso, questo, che ricorda da vicino quello del gol di Luca Toni in Verona-Catania.

La seconda rete dei campioni d’Italia è firmata da Fernando Llorente, uno dei protagonisti principali di questa stagione. Partito in sordina, l’ex Athletic Bilbao si è rivelato uno dei punti fermi di questo collettivo. Sedici le reti in serie A alla prima stagione. E c’era chi, alle prime difficoltà stagionali, parlava già di cessione anticvipata dello spagnolo.

La terza marcatura è stata messa a segno da Claudio Marchisio con una girata da bomber di razza. Il Principino si è inserito in area, ha controllato un pallone toccato da Llorente e si è girato da vero centravanti sparando una bomba al volo sotto la traversa. Una rete che fa morale per un giocatore che ha sofferto la concorrenza del rampante Pogba e ha vissuto una stagione di alti e bassi.

I secondi 45 minuti sono stati più che altro accademia, con la Juventus impegnata ad amministrare l’ormai ampio vantaggio. La notizia più importante è rappresentata dai cori continui per Antonio Conte da parte dei tifosi e dal rientro in campo di Simone Pepe per gli ultimi dieci minuti. Al fischio finale è solo festa grande per la Torino bianconera.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it