Aggiornato alle: 20:27

Venezuela, Maduro: “Il colpo di stato è fallito, l’esercito è con noi”

di Redazione

» Cronaca » Venezuela, Maduro: “Il colpo di stato è fallito, l’esercito è con noi”

Venezuela, Maduro: “Il colpo di stato è fallito, l’esercito è con noi”

| sabato 02 Febbraio 2019 - 06:55
Venezuela, Maduro: “Il colpo di stato è fallito, l’esercito è con noi”

Il colpo di stato è fallito, e non se ne rendono nemmeno conto!”. Lo ha detto il presidente del Venezuela Nicolas Maduro davanti a decine di migliaia di persone, durante la manifestazione convocata a Caracas per il ventesimo anniversario dell’arrivo al governo di Hugo Chavez. “Siamo in pace, abbiamo vinto con la pace, li abbiamo sconfitti – ha affermato – e le forze armate sono ogni volta più leali“.

Venezuela, in migliaia in piazza contro Maduro

I venezuelani si sono riversati in piazza in migliaia per manifestare contro il governo del presidente Nicolas Maduro, a favore di Juan Guaidò. Il principale punto di raccolta dei partecipanti alla meanifestazione, già annunciata dal leader dell’opposizione, è stata l’arteria di Las Mercedes, a Caracas.

Il palco allestito per i comizi che chiuderanno la protesta sono circondati da una folla compatta per almeno 400 metri. Sui social intanto si moltiplicano foto e video pubblicati da manifestanti. Altre concentrazioni si segnalano in molte città del paese.

Venezuela, l’aeronautica riconosce Guaidò legittimo presidente

Francisco Esteban Yanez Rodriguez, generale dell’Aeronautica militare venezuelana, ha annunciato oggi di disconoscere l’autorità di Nicolas Maduro e riconoscere Juan Guaidò come presidente legittimo del Paese, in un video diffuso sui social.

Venezuela, Usa: “Maduro potrebbe finire a Guantanamo”

Avvertimento degli Usa nei confronti del presidente del Venezuela, Nicolas Maduro. Il consigliere per la Sicurezza nazionale americana, John Bolton, ha detto che se Maduro non accetterà di lasciare il potere con le buone “potrebbe finire a Guantanamo“, la base statunitense sull’isola di Cuba utilizzata per rinchiudere persone accusate di terrorismo.

Momenti di tensione in Venezuela dopo l’autoproclamazione a presidente del leader dell’opposiozione Juan Guaidò, che ha attirato su di sé l’attenzione mondiale tra favorevoli e contrari al suo riconoscimento.

A Bolton, ospite del programma ‘The Hugh Hewitt radio show’, è stato chiesto: “Dittatori come Ceausescu e Mussolini sono finiti male. A Idi Amin e Baby Doc Duvalier è andata meglio. Quali opzioni sono in mano a Maduro oggi come oggi?”.

La risposta del consigliere americano è stata chiara: “Beh, ieri ho diffuso un tweet in cui gli auguravo un lungo e quieto pensionamento in una spiaggia carina lontano dal Venezuela. E dico che è meglio che si avvalga al più presto del consiglio, scegliendo il pensionamento su una spiaggia carina, piuttosto che trovarsi a frequentare un’altra spiaggia come Guantanamo”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it